300mila firme per dire Sì ai vaccini



Mamme pro-fax in campo

ROMA. All'indomani del via libera alla Camera dell'emendamento al Milleproroghe che permette alle famiglie di autocertificare le vaccinazioni obbligatorie dei bambini per la scuola fino al marzo 2019, le mamme pro- vax scendono in campo e consegnano al Parlamento 300mila firme a favore dell'obbligo vaccinale. Ma la maggioranza tira dritto e punta tutto sul ddl, attualmente al Senato, che mira a ridisegnare la 'geografia' dei vaccini in Italia introducendo un "obbligo flessibile" a seconda delle coperture vaccinali nelle Regioni. Se il fronte no-vax protesta, quello pro- vaccini passa dunque all'azione: le quasi 300.000 firme raccolte dall'associazione IoVaccino per chiedere di non indebolire la legge sull'obbligo vaccinale sono state infatti consegnate ieri in Parlamento. "Siamo qui per presentare le 290mila firme che abbiamo inviato via mail pochi giorni fa e con cui vogliamo sensibilizzare i parlamentari ad un discorso più serio e articolato sul tema, anche insieme con le società scientifiche", ha spiegato Stefano Zona, medico e membro del comitato scientifico dell'associazione. Ed a richiamare l'attenzione sull'importanza dei vaccini è pure l'Unicef, che avverte come nel 2016 circa 1,4 milioni di bambini sotto i 5 anni nel mondo sono morti per malattie prevenibili con un vaccino. Da qui la petizione online 'Proteggi un bambino, proteggili tutti. I vaccini salvano la vita', con cui l'Unicef vuole sostenere le vaccinazioni in Italia e nel mondo. Intanto, in attesa dell'approvazione definitiva del Milleproroghe calendarizzata entro il 23 settembre, l'opposizione contesta l'emendamento per le autocertificazioni: "Accogliamo lo struggente appello delle mamme e dei papà di IoVaccino a revocare l'autocertificazione. Il Governo è ancora in tempo a modificare il provvedimento", afferma l'ex ministro della Salute e leader di Civica Popolare, Beatrice Lorenzin. Critica anche Forza Italia, secondo cui "la scelta della maggioranza di approvare l'emendamento che permette alle famiglie di autocertificare le vaccinazioni obbligatorie non ha alcuna logica. Forse, solo quella della ricerca del facile consenso di una minoranza chiassosa, molto attiva sui social". E il Pd parla di "giravolta continua" della maggioranza, la quale però tira dritto: "Non è più possibile accettare strumentalizzazioni sul tema dei vaccini. Le opposizioni, con la complicità dei media, stanno diffondendo falsità e un caos insopportabili. L'obbligo vaccinale resta", ribadisce Vittoria Baldino, relatrice M5S al Milleproroghe. L'obiettivo finale resta, però, l'"obbligo flessibile": "Siamo pronti, con un disegno di legge già presentato al Senato - afferma Marialucia Lorefice, portavoce M5s e presidente della Commissione Affari Sociali alla Camera - a rimettere mano alle politiche vaccinali in modo permanente. Il nuovo testo prevede un approccio alle vaccinazioni che unisce scienza e buon senso per raggiungere le coperture vaccinali ottimali, anche grazie all'istituzione dell'Anagrafe vaccinale, e supererà definitivamente - annuncia - il decreto Lorenzin e tutti i suoi fallimenti".


ITALIAN LANGUAGE DAILY NEWSPAPER

PUBLISHED BY GRUPPO EDITORIALE OGGI

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
Tutti i diritti riservati @ GRUPPO EDITORIALE OGGI e A SOAKING MEDIA