A Lewis il primo round


F1/AD ABU DHABI HAMILTON DOMINA LE PRIME DUE SESSIONI DI PROVE


ABU DHABI. E' andato a Lewis Hamilton il primo 'round' del fine settimana di Abu Dhabi che deciderà chi sarà il campione del mondo di Formula 1 2016. L'inglese della Mercedes ha dominato entrambe le sessioni, facendo sentire il fiato sul collo al compagno-rivale Nico Rosberg - ieri secondo in prova - che domani dovrà difendere 12 punti di vantaggio (gli basterà un terzo posto) per conquistare il primo titolo in carriera. Giornata positiva per la Ferrari che con Sebastian Vettel chiude davanti alle Red Bull nonostante un problema al cambio nel finale della sessione pomeridiana. Un venerdì che fa ben sperare i ferraristi per la gara che vivrà l'ultimo atto di una stagione non esaltante per la scuderia di Maranello che non potrà far altro che assistere all'ennesima sfida finale tutta Mercedes per il Mondiale. ''E' stato un venerdì molto buono - ha assicurato il tedesco della Ferrari - abbiamo faticato stamane con la pista calda poi stasera è andata andata meglio''. Nel turno di libere sul circuito di Yas Island, in condizioni climatiche più simili a quelle attese per qualifica e gara, le due SF16- H (Vettel terzo in 1'41''130 e Raikkonen in 1'41''464) hanno lavorato sul giro veloce con la mescola ultrasoft. Long run su supersoft per il finlandese, soft per il tedesco, costretto ad interrompere la sessione a pochi minuti daltermine per un problema al cambio, un'unità a finechilometraggio,destinata esclusivamente alle prove libere. ''Abbiamo sensazioni buone - aggiunge il quattro volte campione del mondo tedesco - e un buon passo, dovremmo andare bene''. Il cambio? ''Non è stato l'ideale ma non dovrebbe condizionare il nostro fine settimana''. Anche per l'altro ferrarista Raikkonen ''è andata piuttosto bene, abbiamo provato delle cose ma è stato un venerdì normale. Speriamo di chiudere bene, è solo venerdì e continuiamo a lavorare.


ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

ITALIAN LANGUAGE DAILY NEWSPAPER

PUBLISHED BY GRUPPO EDITORIALE OGGI

Tutti i diritti riservati @ GRUPPO EDITORIALE OGGI e A SOAKING MEDIA