A. Mittal: sindacati, stop relazioni con azienda

'Unici interlocutori sono ministeri e gestione commissariale'



Stop alle relazioni industriali con ArcelorMittal; richiesta di intervento delle Istituzioni locali, regionali e dei parlamentari ionici; segnalazione all'Inps delle procedure di utilizzo della Cigo con causale Covid-19 da parte dell'azienda, da cui ritengono siano "emerse irregolarità". Sono i tre punti del verbale del nuovo consiglio di fabbrica di Fim, Fiom e Uilm, che si è svolto oggi a Taranto. I sindacati hanno evidenziato che gli "unici interlocutori" ora sono "i ministeri competenti, la gestione commissariale e gli enti ispettivi, e la Procura". Il consiglio di fabbrica dei rappresentanti sindacali di ArcelorMittal e appalti Fim, Fiom e Uilm si è riunito a due giorni dal precedente "per affrontare nel merito quanto emerso" ieri "dalla video conferenza con i ministri Patuanelli, Gualteri e Catalfo che, di fatto - per i sindacati - non ha prodotto nessuna novità importante per i lavoratori". In assenza "di risposte nei prossimi giorni - annunciano - ci autoconvocheremo, insieme ai lavoratori, presso le sedi istituzionali".




AmericaOggi.us Tutti i diritti riservati

Crea un account
e ottieni contenuti esclusivi e molto altro