A Singapore per ripartire



F1/LE FERRARI VOGLIONO RIFARSI DELLA DELUSIONE DI MONZA. HAMILTON: “SONO FAVORITE”

SINGAPORE. 'Fallito' l'appuntamento di Monza, la Ferrari punta tutto su Singapore per rintuzzare il ritorno della Mercedes e riportare Sebastian Vettel in testa alla classifica piloti. Il circuito di Marina Bay, a detta di tutti, è molto adatto alle caratteristiche della Sf70-H e del pilota tedesco, che vi ha vinto quattro volte contro le due del suo rivale, Lewis Hamilton. E' lo stesso inglese a dare la Ferrari per favorita nella corsa di domenica prossima, insieme alla Red Bull, e infatti Daniel Ricciardo dopo la grande prova del Gp d'Italia e i due secondi posti consecutivi sul circuito asiatico si dice pronto puntare alla pole e a disputare una gara tutta all'attacco, mentre i due ferraristi non fanno proclami. Il podio stavolta sembra troppo piccolo per tutti i pretendenti e gli accreditati, che comprendono Max Verstappen e Valtteri Bottas, fresco di rinnovo con la Mercedes. "E' probabile che questo di Singapore non sarà uno dei weekend più facili per noi. La Ferrari e anche la Red Bull potenzialmente hanno la macchina più forte, ma di certo la Mercedes non parte battuta", ha detto il britannico leader del Mondiale nella conferenza stampa del giovedì. "Noi siamo ottimisti e puntiamo anche qui a vincere - ha insistito -. Le ultime due gare dopo la pausa sono state molto importanti. Ripartire così è stata una grande iniezione di fiducia". "L' 'arriveremo' che ho detto a Monza non si riferiva a questa gara, anche se lo spero, ma in generale al futuro - ha spiegato Vettelalla rivista Motorsport -. La stagione comunque è molto buona, finora ha dato risultati più positivi che negativi". Oltre al caldo e alla inusuale lunghezza della corsa come durata, l'altro elemento particolare di Marina Bay è la luce artificiale, condizione in cui Vettel si trova a suo agio. "Non è la pista più facile per sorpassare - ha spiegato il tedesco ma posso dire che questo tracciato mi piace, ma non so spiegarlo". "Fiducia? Aspettiamo di vedere domani dopo le prove libere i riscontri che arriveranno, ma credo che al momento non ci sia un motivo per credere che non si debba far bene". "Credo che la delusione di Monza non renda questa gara diversa dalle altre - ha dichiarato invece Kimi Raikkonen -. Dire che siamo favoriti non significa nulla. L'unica cosa che conta è la gara e alla fine si vedrà il risultato reale". Grandi sono invece le aspettative di Ricciardo: "Noi e la Ferrari dovremmo poter lottare alla pari con la Mercedes, che invece ha mostrato di soffrire piste come questa. L'obiettivo è riuscire a vincere almeno un'altra gara in questa stagione e lottare per il titolo nella prossima. Credo, quindi, che, se Singapore non sarà la nostra unica chance di vittoria da qui alla fine della stagione, di sicuro sarà una delle migliori - ha detto ancora l'australiano della Red Bull -. Negli ultimi due anni sono partito e arrivato secondo, sempre col miglior tempo sul giro. Stavolta punto deciso alla pole e poi a fare del mio meglio".


AmericaOggi.us Tutti i diritti riservati

Crea un account
e ottieni contenuti esclusivi e molto altro