Addio a E.R. Braithwaite



NEW YORK. Un inse- gnante di colore accetta di lavorare in una scuola di East London e fa fronte ad una scolaresca molto diffi- cile, catturando l’attenzio- ne e la stima dei suoi alunni e trasmettendo loro valori importanti. Con Sidney Poi- tier nel ruolo del protagoni- sta “To Sir, with Love” e con l’omonima canzone di Lulu al primo posto nelle hit parade, nel 1967 il film di James Clavell conquistò l’immaginazione di un Pae- se ferito dagli assassini dei fratelli Kennedy, Martin Luther King, Malcolm X.

Dietro quel film c’era una penna: E. R. Braithwai- te, scrittore guyanese, di- plomatico, ex pilota della Raf, è morto a Rockville, un sobborgo di Washington, a 104 anni.

“To Sir, with Love” era tratto dalle sue memorie di giovane professore fresco di laurea a Cambridge. Brai-

thwaite, che successiva- mente entrò in diplomazia e rappresentò il suo paese al- l’Onu e in Venezuela, aveva scritto molti libri, quasi tutti incentrati sul tema del razzi- smo in paesi come il Suda- frica e gli Stati Uniti dove aveva vissuto a lungo.

“To Sir, with Love” del 1959, che prende il nome dall’iscrizione su un porta- sigarette che gli alunni re- galano al professore Mark Thackeray, è stato il più fa- moso.

La storia è quella poi ri- calcata nel film: un ex solda- to laureato a Cambridge si vede rifiutare un posto da ingegnere perché nero e fi- nisce per andare a insegna- re in una classe di adole- scenti spostati in uno slum della Londra anni Cinquan- ta che lentamente stava emergendo dagli anni dellaguerra. Il comportamento anti- sociale degli allievi, il loro razzismo e, peggio di tutto, il loro odio verso se stessi colmarono di orrore il nuo- vo professore i cui colleghi avevano ormai perso ogni speranza. Thackeray porta invece i ragazzi ai musei, racconta storie della sua infanzia, ne conquista la fiducia e l’af- fetto. La fine, come spesso in quegli anni, è lieta. Il libro fu uno specchio della società britannica del tempo: arrivò in un momen- to in cui una ondata di im- migrazione dalle Indie oc- cidentali e l’Asia meridio- nale cominciarono a trasfor- mare il tessuto sociale del Regno Unito mentre in America i neri continuava- no a restare vittime della se- gregazione razziale. Che Braithwaite, un nero middle class uscito dalle migliori scuole del Re- gno, stesse cercando nella capitale dell’impero britan- nico di superare la dispera- zione e lo squallore della sua scuola fu apprezzato da molti critici.


AmericaOggi.us Tutti i diritti riservati

Crea un account
e ottieni contenuti esclusivi e molto altro