Affari Italiani.it:da 21 anni l'informazione on line


Angelo Maria Perrino ci parla di una avventura nata con grande visione del futuro


L’evoluzione subita dalla comunicazione giornalistica è frutto del corso storico - economico e , pertanto, dell’innovazione tecnologica, alla quale per le leggi del mercato , occorre adeguarsi. Cosa si è perso o si rischia di perdere in seguito a tale innovazione e, viceversa, qual può dirsi essere il valore aggiunto quando l’informazione transita dal piano cartaceo al piano online? Il quotidiano online ci da' l'informazione in tempo reale, in diretta,mentre col quotidiano cartaceo eravamo e siamo costretti a leggere domani le notizie di oggi..L'informazione online supera i limiti di tempo e di spazio,l'articolo lo leggono contemporaneamente il vicino di casa e lo zio d'America.

L'informazione online puo' aggiornarsi,emendarsi,arricchirsi,modificarsi in qualsiasi momento e tutte le volte che e' utile o necessario, sul cartaceo quel che e' scritto e' immodificabile.Sul giornale online il lettore puo' interagire e partecipare, integrandosi con il lavoro del giornalista. E infine l'online non ha limiti di spazio ed e' multicanale e multimediale.E consente con link e correlate di approfondire spaziando sull'intero web. Non c'e' partita. La maggior parte degli Editori ha deciso di utilizzare lo strumento informativo online. Sono aumentati, difatti , i quotidiani online. Ciò può determinare, man mano, il superamento definito dei giornali che giungono al lettore in formato cartaceo o è possibile far convivere entrambe le modalità giornalistiche, tenendo conto delle diverse esigenze del cliente , che pur esistono? Decide il mercato,come sempre. Finche' ci saranno lettori sufficienti e economicamente stara' in piedi,il cartaceo sopravviverà. Ma il futuro e' online,come si vede dal comportamento di lettura dei giovani. Si può affermare che la professione del giornalista, tradizionalmente intesa, venga duramente messa alla prova dall’affermarsi sempre più marcato del giornalismo online? Perche' a dura prova? Ci obbliga ad aggiornarci,certo, a imparare i nuovi linguaggi e arricchire le nostre professionalita'.Ma e' una messa in discussione positiva. Molti ritengono che “toccata e fuga” sembra essere l’effetto della notizia online, che tende a fare della brevità il suo segno distintivo , rischiando, a volte, di rimanere alla superficie dei fatti a danno del piano conoscitivo del lettore. Un Suo parere . Certo sull'online la velocità' e' tutto,chi va per primo in rete ottiene maggiore visibilità' e viralita'.Sicche' il rischio c'e'. Ma siccome l'articolo può' essere integrato e arricchito in qualsiasi momento il problema puo' essere rapidamente risolto. Se alla guida ci sono bravi e scrupolosi giornalisti professionisti. Affaritaliani.it fornisce informazioni e notizie relativamente allo scenario politico e, spesso, cerca di prevedere cosa accadrà nel futuro. Si rischia, in tal modo, di trasformarsi in opinionisti , più che essere informatori. Lo fanno quasi tutti i giornali ed anche le televisioni. Possiamo ancora definire informazione una forma di comunicazione che passa dalla cronaca al commento dei fatti, o , forse, è tale forma di comunicazione quella che il lettore desidera ricevere ? I fatti devono restare separati dalle opinioni.Sempre.Cerchiamo di farlo. Con il ritorno di Renzi alla guida del Pd molte incertezze vengono meno. Ora tocca a Berlusconi dire se vuole allearsi con Salvini o no. A quel punto con il voto si potra' ripartire superando probabilmente, le attuali provvisorieta' e indecisioni ora inevitabili. L’ avvento di Trump negli USA . Cosa ne pensa? Un utile disruption, bisognava apportare discontinuita' nel sistema.Ma mi auguro che ora Trump mitighi certe esasperazioni elettoralistiche e sia piu' attento e responsabile verso i destini del pianeta. Le chiedo , infine, un Suo messaggio per gli italiani che vivono in America e per i lettori del quotidiano “America Oggi”. Oggi grazie alla tecnologia, le distanze non sono più forti, come una volta. Saluto tutti gli italiani in America, la redazione e i lettori di America Oggi e chiedo di mandarci un po' di pragmatismo del popolo americano.L'Italia ne ha tanto bisogno.


ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

ITALIAN LANGUAGE DAILY NEWSPAPER

PUBLISHED BY GRUPPO EDITORIALE OGGI

Tutti i diritti riservati @ GRUPPO EDITORIALE OGGI e A SOAKING MEDIA