Aggressione a “Striscia”



LA TROUPE TV ANCORA NEL MIRINO DEGLI SPACCIATORI: QUESTA VOLTA A ROMA

ROMA.Ancora un’aggressione, la quarta in poco più di 15 giorni, nei confronti di una troupe del programma satirico “Striscia La Notizia”. Dopo Padova e Bologna, questa volta la violenza si è verificata a Roma, nel quartiere periferico e degradato di San Basilio, una delle principali piazze di spaccio della Capitale, più volte finita nelle pagine di cronaca per violenze e guerre fra gang criminali. Secondo quanto riferito dal programma di Antonio Ricci, la troupe sarebbe stata oggetto anche di “due colpi di pistola” oltre al “lancio di un mattone” che ha ferito un cameraman durante uno dei servizi di Vittorio Brumotti sulle piazze di spaccio in Italia. Sulla vicenda sono in corso le indagini dei carabinieri, ai quali la troupe ha sporto denuncia subito dopo l’accaduto. I militari della compagnia di Montesacro hanno effettuato un sopralluogo sul posto e stanno ascoltando diverse persone per poter ricostruire con esattezza la dinamica dell’aggressione. Nella denuncia gli inviati avrebbero riferito di aver sentito due colpi d’arma da fuoco e che un uomo a volto coperto gli ha lanciato contro un mattone che ha ferito di striscio uno dei cameramen alla gamba. “L’inviato di Striscia la Notizia - la ricostruzione fatta dal programma sul proprio sito - si trovava nel quartiere San Basilio (via Carlo Tranfo, angolocon via Luigi Gigliotti) per documentare lo spaccio di sostanze stupefacenti che avviene alla luce del sole, gestito da alcune famiglie italiane, a quanto sembra, legate alla camorra. Adescato con la proposta di vendergli cocaina e altre droghe, Brumotti ha iniziato la sua campagna contro lo spaccio usando il megafono. Immediatamente da un blocco di case popolari si sono levate urla di insulti e minacce. Verso le 16:15, sceso dal suo furgone, Brumotti ha sentito due colpi di arma da fuoco. Si gira e vede una persona in passamontagna che corre verso di lui e la sua troupe lanciando un mattone che ferisce a una gamba uno dei cameramen. L’inviato di Striscia e la troupe, saltano sul furgone e si allontanano di corsa dal quartiere”. Quella di ieri pomeriggio è la quarta aggressione nei confronti dell’inviato di Striscia. Il 15 novembre la troupe era finita sotto le minacce di alcuni pusher stranieri nel parco bolognese della Montagola. Quindici giorni dopo la nuova “intrusione” nel parco, con ancora un’altra aggressione da parte degli stessi spacciatori che lo avevano riconosciuto. Il 22 novembre, invece, Brumotti e i suoi operatori erano stati aggrediti a Padova, nella zona antistante la stazione ferroviaria.


AmericaOggi.us Tutti i diritti riservati

Crea un account
e ottieni contenuti esclusivi e molto altro