Allegri già contento della Juve



MIAMI. Alzare l’asticella per “vincere il settimo scudetto consecutivo”, ma anche per “pro- vare ad arrivare in finale di Champions”. E questa volta “magari vincerla”. La stagione non è ancora iniziata ma nella testa di Massimiliano Allegri la strada da percorrere è chiara. La Juve batte 3-2 in amichevole a Miami il Paris Saint-Germain, e il tecnico, soddisfatto della partita dopo le incertezze del ko con il Barcellona, ne approfitta subito per alzare l’asticella. “Un bell’allenamento, buone trame di gioco in entrambi i tempi - sottolinea mistter Allegri -. La condizione deve migliorare, come la fase di palleggio e la conclusione dell’azione, ma abbiamo tempo per presentarci al meglio alla Supercoppa”.

Bene Higuain, che ha aperto le marcature, e Marchisio, schierato da trequartista e autore di una doppietta. “Ha fatto una bella prestazione” anche Pinsoglio, terzo portiere a 27 anni dopo una lunghissima trafila nelle giovanili bianconere e numerosi prestiti. E Bentancur si è disimpegnato bene nel centrocampo a due, mostrando “tecnica e tempi di gioco e un grande avvenire davanti”.

Tra le certezze della Juventus, inutile dirlo, c’è capitan Buffon, forse alla sua ultima stagione. “Vivo questi momenti con ancor più felicità e spensieratezza - sono le parole intrise di serenità del portiere - Sapere che questo potrebbe il mio ultimo anno è accattivante”.

Energie nuove per tentare ancora una volta la corsa alla Champions, sfumata nella finale di Cardiff: “La finale ci ha lasciato frustrazione, torno a ripetere ai tifosi che abbiamo perso perché abbiamo trovato una squadra superiore”.

Nessun litigio, che Buffon bolla come “fantomatici”, tra le cause dell’addio di Leonardo Bonucci. “Leo è stato un punto fermo della nostra squadra, lo ringrazio e lo ringrazieremo sempre per quanto ha dato alla causa. La Juve andrà avanti”. Per un campione che se n’è andato ce n’è un altro, Paulo Dybala, che non sembra avere intenzione di muoversi, nonostante le sirene del Barcellona, che lo vorrebbe in caso di addio a Neymar. “Io sono felice qui, mi trovo bene e in questi giorni mi allenerò al massimo per fare una grande stagione - spazza via i dubbi la Joya -. Se arriva un’offerta? Prima dipende dalla società, poi da me”.

Offerta che la Juventus ha invece recapitato al Paris Saint-Germain, l’avversario di Miami, per il francese Matuidi. Il centrocampista della scuderia Raiola è l’obiettivo numero uno dei bianconeri.


AmericaOggi.us Tutti i diritti riservati

Crea un account
e ottieni contenuti esclusivi e molto altro