Alonso dà l’addio alla F1


AUTO/IL DUE VOLTE CAMPIONE DEL MONDO SALUTA IL CIRCUITO DOPO 17 ANNI


ROMA. Fernando Alonso saluta la For- mula 1. Il campione di Oviedo, 37 anni appena compiuti, 17 passati dentro una monoposto impreziositi da due mondiali vinti con la Renault, ha deciso di dire addio al Circus: niente Gp nel 2019, l'ulti- mo sarà quello del 23 novembre ad Abu Dhabi. Poi spazio ad altro, che sempre avrà a che fare con le macchine, perché certo il due volte iridato, 32 vittorie e 97 podi conquistati, in Ferrari dal 2010 al 2014, certo non smetterà di andare velo-

ce."Dopo 17 anni in questo sport fanta- stico, è per me tempo di cambiare e an- dare altrove" le parole con cui Alonso si congeda dalla Formula 1, non dalle mac- chine che restano comunque la sua gran- de passione. Quel futuro a cui accenna potrebbe essere la formula Indy.

Intanto l'obiettivo mai nascosto è centrare il Triple Crown, il triplete delle corse: Montecarlo già in bacheca e an- che la storica 24 Ore di Le Mans, con- quistata lo scorso giugno, per il tris man- ca la 500 di Indianapolis, fallita al primo tentativo, nel mirino della prossima sta- gione a questo punto libera dal circuito del mondiale di Formula 1.

"Ci sono ancora diverse gare da qui alla fine della stagione e io le disputerò con la stessa passione e impegno di sem- pre - ha aggiunto Alonso - Vediamo che cosa mi darà il futuro, ci sono nuove sfi- de dietro l'angolo. Ho preso questa de- cisione qualche mese fa e ringrazio Cha- se Carey e Liberty Media per lo sforzo fatto per farmi cambiare idea. Ringrazio tutti alla McLaren, il mio cuore sarà sem- pre con loro”.

“Sono sicuro - continua - che diven- teranno più forti e miglioreranno in futu- ro e potrebbe essere il momento giusto per tornare insieme, questo mi rendereb- be felice. In McLaren mi hanno dato l'op- portunità di ampliare i miei orizzonti e correre in altre categorie. Sento di esse- re un pilota più completo adesso. Ed è il

momento giusto di lasciare la F1". Ep- pure l'asturiano pupillo di Flavio Briato- re ancora sognava il terzo mondiale con le regine delle monoposto. Ma sapeva che con i mezzi attuali sarebbe stato dif- ficile. Tramontate anche le ipotesi di passaggi in altre scuderie, le ultime set- timane sono state accompagnate da cri- tiche niente affatto velate al campione spagnolo.

Prima fra tutte quella del boss della Red Bull Christian Horner, che aveva escluso lo spagnolo dalla lista dei piloti in pole per affiancare Verstappen la pros- sima stagione al posto di Ricciardo. "È uno che porta caos ovunque vada, me- glio investire sui giovani" il duro giudi- zio del team principal. A cui il pilota ave- va replicato con un tweet ironico e tante faccine: "È la hit dell'estate".

Ma anche l'ex compagno di squadra a Maranello, Felipe Massa, si era messo in scia: "Quando si abbassa la visiera è un numero uno, ma fuori divide i team" l'accusa del brasiliano. La McLaren in- vece lo saluta come il migliore di sem- pre.

"Rispettiamo la sua decisione, anche se crediamo che sia al top della sua car- riera - le parole di Zak Brown, Ceo della scuderia di Woking - Pur pensando a nuovi scenari negli ultimi mesi, la com- petitività di Fernando è rimasta immuta- ta. Ha continuato a esibirsi al massimo livello in tutto, come sappiamo che farà nelle restanti nove gare del campionato di quest'anno".

Nuove sfide attendono lo spagnolo, la Formula 1 senza Alonso non sarà co- munque la stessa.


ITALIAN LANGUAGE DAILY NEWSPAPER

PUBLISHED BY GRUPPO EDITORIALE OGGI

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
Tutti i diritti riservati @ GRUPPO EDITORIALE OGGI e A SOAKING MEDIA