Antitrust, WhatsApp rischia multa



Avviato un procedimento dopo 'accertamento vessatorietà'

L'Antitrust ha avviato un procedimento che potrebbe portare a sanzionare WhatsApp per non aver informato i consumatori, tramite pubblicazione sul sito web Professionista, delle numerose clausole vessatorie contenute nei suoi contratti. Lo si apprende dal bollettino Antitrust. Nello specifico, l'Antitrust, dopo aver "accertato la vessatorietà delle clausole ha disposto, in relazione all'esigenza di informare compiutamente i consumatori" di pubblicare sul sito Professionista un estratto del provvedimento che, appunto, identifica le clausole vessatorie. Antitrust: clausole vessatorie nel videogioco Pokemon Go L'Antitrust ha individuato una serie di clausole vessatorie nel contratto che i consumatori devono sottoscrivere con la società Niantic Inc per poter utilizzare il videogioco "Pokemon Go". Lo si legge nel bollettino Antitrust dove è pubblicato il provvedimento che impone alla Niantic Inc di pubblicare sul sito italiano www.pokemongo.com/it-it, versione italiana, l'estratto del provvedimento con l'elenco delle clausole vessatorie per informarne adeguatamente il consumatore. Antitrust: WhatsApp, stiamo valutando ricorso "Stiamo esaminando la decisione e stiamo valutando la possibilità di effettuare un ricorso". E' quanto afferma un portavoce di WhatsApp in riferimento all'avvio di un procedimento dell'Antitrust che potrebbe portare a sanzionare la società per clausole vessatorie contenute nei suoi contratti. WhatsApp è l'applicazione di messaggistica istantanea creata nel 2009 e acquistata nel 2014 da Facebook che ha raggiunto lo scorso mese 1,3 miliardi di utenti.


ITALIAN LANGUAGE DAILY NEWSPAPER

PUBLISHED BY GRUPPO EDITORIALE OGGI

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
Tutti i diritti riservati @ GRUPPO EDITORIALE OGGI e A SOAKING MEDIA