ASSENTE



L’anticipo/Il Napoli riceve la sua immediata inseguitrice: l’attaccante di sinistra è in dubbio

NAPOLI. Difficilmente ce la farà. Lorenzo Insigne stringe i denti, non si rassegna e ieri, dopo due giorni di sosta assoluta, ha ripreso ad allenarsi, sia pure in maniera differenziata rispetto al resto del gruppo. Ma le speranze che stasera possa scendere in campo nella squadra che affronterà l’Inter al San Paolo non sono molte. Nelle ore che precederanno il fischio d’inizio, l’attaccante di Frattamaggiore farà un provino definitivo, provando a forzare un pò per vedere la reazione dell’adduttore della gamba destra. Ma è più probabile un forfait che una sua presenza in squadra. L’assenza di Insigne, se confermata, sarà indubbiamente un duro colpo per Sarri che da 51 partite consecutive non rinuncia al suo attaccante. L’allenatore non ne parla, ma sicuramente ha già deciso la strategia alternativa. Probabilmente dovrà essere Zielinski ad adattarsi al ruolo di esterno sinistro d’attacco, anche se qualche chanche ce l’ha anche Ounas. E non è del tutto da escludere la sorpresa Giaccherini. Ounas nella fase finale della partita giocata martedì scorso a Manchester ha già sostituito Insigne, anche se non ha avuto modo e tempo di dimostrare che può rappresentare la sua giusta alternativa. In ogni caso il franco-algerino nel Bordeaux, squadra dalla quale il Napoli lo ha prelevato l’estate scorsa, ha sempre giocato da esterno sinistro d’attacco. È stato Sarri, sin dai tempi del ritiro a Dimaro, a spostarlo dal lato opposto, soprattutto per rispondere alla necessità di trovare un alter ego a Callejon. Indipendentemente dalla presenza o meno di Insigne, comunque, Sarri non cambierà l’assetto tattico della squadra, alla ricerca della nona vittoria di fila in questo campionato. Il Napoli giocherà per vincere la partita più importante di questa prima fase della stagione ed allontanare, mettendola a cinque lunghezze di distanza, la più diretta inseguitrice, che non riesce a vincere al San Paolo dal lontano 1997. Ma l’Inter, una delle squadre più in forma del campionato, è particolarmente temuta da Sarri. Per Mauro Icardi non è previsto un trattamento speciale. Saranno Albiol e Koulibaly a doversi interessare della marcatura dell’argentino la cui sfida a distanza con Dries Mertens sarà, tra tutti i duelli che si verificheranno in campo, quella che probabilmente deciderà le sorti della gara. Quel che sicuramente non mancherà agli azzurri è il sostegno dei tifosi. La prevendita è andata magnificamente e si prevede che stasera assisteranno alla partita oltre 50 mila spettatori.


AmericaOggi.us Tutti i diritti riservati

Crea un account
e ottieni contenuti esclusivi e molto altro