• Redazione

ATALANTA, ultimo respiro


L’ANTICIPO/CARICA AGONISTICA E GOL AL 94’: RIBALTATO IL VANTAGGIO DELL’EMPOLI

BERGAMO.


L’ATALANTA TREMA, rivede i fantasmi del match perso in casa contro l’Udinese, ma alla fine supera in rimonta per 2-1 un Empoli rinunciatario e a segno solo nell’unica, vera occasione a disposizione in 90 minuti. Successo meritato, insomma, quello dei bergamaschi che si confermano in piena zona Europa League e adesso sono a -1 dal Milan, che occupa il quinto posto, ma dovrà recuperare una partita. Rispetto alla trasferta di Milano, proprio contro i rossoneri, Gasperini cambia alcuni interpreti del consolidato 3-4-1-2: in difesa Zukanovic rileva Caldara, in mediana Freuler dà un turno di riposo a Kessiè. Martusciello deve rinunciare al febbricitante Saponara; in avanti spazio alla coppia Marilungo-Mchedlidze. Partita vivace fin dall’inizio, sia in campo che, purtroppo, nelle curve. In quella sud, per il malore di un tifoso colpito da infarto e soccorso dal personale medico, pare anche con l’intervento del defibrillatore, prima del trasporto in ospedale. La curva nord, sede del tifo più acceso di fede nerazzurra, ha invece fortemente protestato per il Daspo assegnato a un ultrà reo di essere stato fermato in possesso di alcuni bulloni, per altro confezionati, nella macchina. Primo tempo a senso unico, con l’Atalanta costantemente protesa verso la porta empolese. Al 9' sinistro secco di Petagna, Bellusci respinge. Al quarto d’ora Masiello lancia Gomez in profondità, dribbling secco su Cosic e servela parata di Skorupski per evitare guai peggiori per l’Empo- li. Piove sul bagnato in casa toscana: al 17' Martusciello deve inserire Vaseli per l’infortunato Costa. A cavallo del primo quarto di partita massimo sforzo dei nerazzurri. Al 24' sinistro a giro di Gomez, Skorupski non trattiene e poi in uscita abbatte Petagna, ma per Fabbri non ci sono gli estremi per concedere il calcio di rigore. Appena prima del duplice fischio altra occasione nerazzurra: Freuler centra per Zukanovic che manda alto. L’Empoli bussa il primo colpo al 1' della ripresa: Mchedlidze prova il destro da distanza siderale senza trovare la porta. Decisamente più pericoloso il destro in corsa di Kessiè (4') che Skorupski blocca a terra. Intervento decisivo, perché 2 mi- nuti dopo i toscani passano in vantaggio: punizione di Dimarco dalla destra, Mche-lidze anticipa tutti in area e con la punta supera Sportiello. L’Atalanta risponde con Petagna, ma il suo tiro cross viene disinnescato ancora da Skorupski. Il portiere dei toscani non può nulla, invece, al 29', sul destro di Kessiè - ben assistito da Gomez - che vale l’1-1. Non è finita. Al 35' sem- pre Kessié, sugli sviluppi di un corner, colpisce la traversa di testa, poi sul tap-in Pesic spara addosso a Skorupski. L’Atalanta meriterebbe il successo e viene premiata allo scadere: Kessiè è decisivo, questa volta come assist-man, nel servire una palla sporca sul secondo palo per D’Alessandro che in acrobazia beffa Skorupski


ITALIAN LANGUAGE DAILY NEWSPAPER

PUBLISHED BY GRUPPO EDITORIALE OGGI

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
Tutti i diritti riservati @ GRUPPO EDITORIALE OGGI e A SOAKING MEDIA