Atto primo di Juve-Napoli



Il duello/Allegri guarda alla sfida di sabato e conferma Cr7: deve restare a +3 da Ancelotti

TORINO. Anche se non avrà il peso in classifica di uno scontro diretto, come lo sarà tre giorni dopo Juve-Napoli, l’impegno di stasera all’Allianz Stadium contro il Bologna ha un significato profondo per i bianconeri. “Vincere per presentarci almeno in vantaggio di 3 punti allo scontro diretto con il Napoli” è l’obiettivo da rag- giungere secondo il tecnico bianconero Allegri, che oltre a riproporre la coppia Dybala-Ronaldo potrebbe proseguire nelle rotazioni iniziate domenica a Frosinone. “Ronaldo martedì con lo Young Boys non ci sarà, poi siamo all’inizio della stagione e lui sta bene fisicamente - la considerazione di Allegri -. Domani giocherà così come Dybala”. La Joya è stata prima coccolata da Chiellini, che oggi riposerà, al termine della partita allo Stirpe di domenica scorsa, quindi ha incassato i complimenti di Allegri alla vigilia della sfida odierna col Bolo- gna: “Ha bisogno di giocare e l’altro ieri ha fatto una bella partita. Lui viene valutato solo dai gol, ma col Frosinone si è mosso bene, ha bisogno di giocare perché si sveltisce di più, trova più ritmo, anche se è in una buona condizione”. In attacco con il riposo programmato per Mandzukic potrebbe esserci spazio anche per il giovane Kean: “Ce l’avevo in mente domenica a Frosinone, infatti stava per entrare, poi abbiamo fatto gol e ho cambiato. Domani è una possibilità, o giocano Dybala e Ronaldo o ne metto un altro e a quel punto potrebbe essere Kean”. Cambiano gli interpreti, non deve cambiare il risultato finale, i tre punti per tenere a distanza il Napoli e proseguire nella marcia fin qui perfetta in campionato: “Domani è una partita da vincere contro un Bologna che ha battuto nettamente la Roma e che nelle sconfitte ha subito più gol solo contro l’Inter nei minuti finali. Sa soffrire e stare in partita e Inzaghi in tal senso è bravo a metterli in campo. Inoltre giochiamo in casa e bisogna vincere, l’aspetto mentale è fondamentale, non bisogna prenderla con superficialità, ma fare come a Frosinone dove la squadra ha giocato in maniera matura e responsabile”. Allegri proverà a ottenere un’altra vit- toria cambiando gli interpreti in campo: “Perin giocherà titolare, Chiellini inizierà dalla panchina: resta il dubbio Alex Sandro o se puntare su Cuadrado a destra e Cancelo a sinistra, a meno che non faccia giocare Bernardeschi a sinistra. In mezzo al campo devo scegliere uno tra Emre Can e Matuidi, mentre Bentancur ha fatto una buona partita l’altra sera negli spazi stretti, deve però essere più convinto quando tira, quando entra dentro l’area”.


ITALIAN LANGUAGE DAILY NEWSPAPER

PUBLISHED BY GRUPPO EDITORIALE OGGI

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
Tutti i diritti riservati @ GRUPPO EDITORIALE OGGI e A SOAKING MEDIA