Azzurrini, nuovo ciclo



Euro Under 21/Super ascolti in Tv, Di Biagio può lasciare ed in pochi restano

CRACOVIA. Record di ascolti, con otto milioni di tifosi in tv, e altrettanto grande delusione per gli Azzurrini di Gigi Di Biagio, fermati nella semifinale dell’Europeo Under 21 da una Spagna non dominante nonostante le sue tante stelle. Il tecnico va fiero di quanto fatto dai ragazzi in Polonia e anche del suo lavoro nel quadriennio “per il rilancio del calcio italiano”. Martedì a Cracovia si è chiuso un ciclo. Tanti dei protagonisti di questa avventura sono destinati alla Nazionale maggiore, Di Biagio dovrà discutere del suo futuro, ma tutti speravano in un finale diverso, anzi in una finale. La Spagna non ha invece avuto pietà delle peraltro poche debolezze dell’Italia, azzoppata dall’espul- sione di Gagliardini nel momento topico della partita. Il viaggio di rientro dalla Polonia, in due tranche, è stato accompagnato da musi lunghi e pochi sorrisi per lo scampolo di vacanze che aspetta i giocatori. Molti, Donnarumma in testa, hanno un futuro da organizzare, con un mercato che incombe e forse ha pesato più del detto, ma il sogno sfumato peserà ancora su di loro. A giocarsi la finale saranno una Germania che l’Italia aveva battuto e una Spagna piena di talenti che ha faticato più del previsto per superare Rugani e compagni. Non che la differenza non si sia vista, il talento e la maggior esperienza di molti giovani spagnoli hanno pesato e serviva davvero una prestazione da 10 e lode per smentire i pronostici. C’è la piccola soddisfazione degli ascolti: 7.926.000 telespettatori hanno fatto il tifo martedì sera, per uno share del 34.83%. È il migliore dato di share della stagione di tutte le Nazionali azzurre, compresa quella maggiore. È il terzo miglior risultato, in termini di telespettatori, dopo Italia-Spagna e Macedonia-Italia, gare valide per le qualificazioni al Mondiale disputate a ottobre dalla Nazionale di Ventura. Un’altra Spagna aspetta a settembre i “grandi” del ct, chiamati a vincere per puntare alla qualificazione diretta a Russia 2018, magari con lo stimolo in più di vendicare almeno in parte i giovani di Di Biagio.


AmericaOggi.us Tutti i diritti riservati

Crea un account
e ottieni contenuti esclusivi e molto altro