Baggio con i terremotati



L’EX CALCIATORE FESTEGGIA I SUOI 50 ANNI CON LA GENTE DI NORCIA E AMATRICE

ROMA. Voleva esserci, parlare con la gente, stringere mani e fare foto strappando un sorriso in quelle terre che dal terremoto di agosto hanno visto versare solo lacrime. Perché non si può capire l’entità della tragedia a distanza. Roberto Baggio il suo 50esimo compleanno lo ha voluto trascorrere così, traAmatrice e Norcia, in mezzo a quella gente a cui il sisma ha tolto tutto, o quasi. Una visita organizzata senza clamori, l’ennesima magia di un campione che si riconosce dal coraggio, dalla fantasia, ma anche dall’altruismo: “È una grande emozione essere qui, da casa, dalla tv, non si può capire questa tragedia” ha detto l’ex campione che non si è sottratto all’entusiasmo dei tifosi. La commozione è stata forte, sfociando nelle lacrime quando gli viene chiesto perché aveva deciso di trascorrere il giorno dei 50 anni proprio nelle zone del terremoto: “E’ successo” risponde con la voce rotta dal pianto intervistato da Rai News 24. Un compleanno speciale assieme alla sua famiglia: “Sono voluto venire di persona con loro - ha detto Baggio - perché si rendessero conto di quello che tanta gente sta passando”. E l’accoglienza è stata calorosissima, mentre dal mondo dello sport piovevano gli auguri per il traguardo tondo raggiunto dall’ex Pallone d’oro: prima tappa nella cittadina laziale, tra le più colpite dal sisma e la visita nel container che ospita l’ufficio del sindaco, Sergio Pirozzi. “Resteremo in contatto e cercheremo di fare qualcosa di concreto” le parole dell’ex Pallone d’oro dopo il passaggio dal primo cittadino della località reatina. Poi il pranzo nella struttura della Protezione civile assieme a molti cittadini e ai volontari dove si festeggiava il Carnevale. L’incontro poi con i più giovani,i ragazzi di Amatrice che hanno fatto festa insieme con il grande campione. Il giorno speciale si è concluso a Norcia, dove Baggio in serata ha spento le candeline. Dal comune umbro, che mostra i segni della devastazione del sisma, è stata organizzata una cerimonia con tanto di torta proprio per festeggiare Roberto Baggio. “E’ un bel traguardo - sorride - bisogna sempre avere lo spirito per andare avanti, che la vita impone sempre sfide per tutti”. “La mia speranza è che i giovani possano cogliere questa sfida per creare qualcosa di positivo nella loro vita - ha aggiunto - tutti affrontano difficoltà e problemi nella propria vita. Io credo che la differenza la faccia l’atteggiamento nell’affrontarli. Se ti lasci andare perdi un’occasione. La gente qui è ammirevole, umile e

vive per le cose semplici”.


ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

ITALIAN LANGUAGE DAILY NEWSPAPER

PUBLISHED BY GRUPPO EDITORIALE OGGI

Tutti i diritti riservati @ GRUPPO EDITORIALE OGGI e A SOAKING MEDIA