Balotelli punge, ma non basta

SERIE A/LE RONDINELLE GELATE DAL PAREGGIO DEL PARMA IN PIENO RECUPERO



ERA UN PAREGGIO atteso, alla fine è arrivato. Il Brescia mastica amaro per avere subito la rete dell'1-1 finale al 92' dopo avere fatto benissimo per una parte importante del match ma i lombardi hanno concesso troppo nel finale ai padroni di casa. Un punto a testa quindi giusto fra due squadre che sino ad oggi in campionato non avevano mai pareggiato il Parma al Tardini, il Brescia fuori casa. Rondinelle che devono dire grazie a Balotelli. Entrato in campo al quarto d'ora della ripresa è lui infatti a siglare la rete del vantaggio bresciano. Più fresco dei compagni è il più pericoloso dei suoi e cambia di fatto la partita. Ma anche nel Parma a segno va un giocatore entrato nella ripresa: Grassi, il centrocampista che torna al gol dopo bene un anno e mezzo, un periodo caratterizzato da infortuni e due interven- ti chirurgici. E D'Aversa è costretto quindi a rimandare l'appuntamento con il terzo successo consecutivo in serie A. Dopo Sampdoria e Napoli ci sperava, ci credeva davvero. Le tante assenze ed una giornata non esaltante di Gervinho hanno invece frenato la sua formazione che, va detto, chiude l'anno con ben 25 punti, un cammino davvero entusiasmante. Il Brescia al Tardini ha invece confermato la grande solidità solidi fuori casa. Dei sedici punti conquistati in campionato ben dieci arrivano lontano dal Rigamonti. Il primo atto del match arriva dopo solo due minuti ed è targato Brescia con una conclusione di Spalek deviato in angolo da Sepe. Al 21' ancora pericolose le rondinella con Chancellor che di testa mette alto. Un minuto più tardi ecco il Parma. L'occasione è targata Gervinho servito al limite da Kulusevski. Joronen però si distende bene a terra e con la punta della dita intercetta. Al 28' altra occasione per il Parma con una bella triangolazione fra Sprocati e Kulusevski con lo svedese che impegna una prima volta il portiere avversario, sulla respinta arriva Gagliolo e Jorenen ancora una volta è pronto alla deviazione. Ma al 29' è il Brescia a sprecare una occasione clamorosa per andare in vantaggio. Brugman sbaglia il retropas- saggio per Sepe servendo Donnarumma, l'attaccante si ritrova così da solo con la palla fra i piedi, supera il portiere ma mette incredibilmente solo sull'esterno della rete. La ripresa non regala spunti fino al 10' quando Gervinho lascia il campo a Grassi con il Parma che cambia volto passando a un più attento 4-4-2. Corini risponde gettando nella mischia Balotelli per Donnarumma, fermato da un problema al flessore. Mossa più che felice, con 'Balo' che, al 27', impallina il Parma. Cui non resta che ripartire a testa bassa. Il Brescia in apnea si chiude nella propria area di rigore, il Parma colleziona calci d'angolo ed un tiro all'89' di Kulusevski che sfiora la traversa. Al secondo minuto di recupero però c'è il pareggio. Kulusevski protegge un pallo- ne fra tre avversari e scodella al centro per Grassi che di testa mette in rete per l'1-1 finale.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

ITALIAN LANGUAGE DAILY NEWSPAPER

PUBLISHED BY GRUPPO EDITORIALE OGGI

Tutti i diritti riservati @ GRUPPO EDITORIALE OGGI e A SOAKING MEDIA