• Redazione

BONUCCI vuole l'impossibile



MILAN/IL NEO ROSSONERO: “L’OBIETTIVO È ARRIVARE A QUELLO CHE TUTTI VOGLIONO”

CHENZEN (Cina). Nulla è impossibile, uniti si vince.

Gli hashtag di Leonardo Bonucci sono già parole d’ordine per il Milan. Qualche allenamento e un paio di dichiarazioni social gli sono bastati per confermare l’attitudine alla leadership. D’altronde il Milan ha investito 40 milioni su quello che considera uno dei migliori difensori centrali al mondo e un capitano in pectore, a prescindere che indossi o meno la fascia. Di sicuro, come alla Juventus e in Nazionale, Bonucci avrà sulle spalle il 19, ceduto da Franck Kessié tutt’altro che entusiasta di doversi scegliere un altro numero (probabilmente il 79). Da Shenzhen, durante la presentazione sul social network cinese Weibo alla vigilia del test con il Bayern Monaco, Bonucci ha minimizzato: “Sono entrato in punta di piedi nello spogliatoio e ieri con Franck ci siamo accordati. Lo ringrazio, è sensibile e intelligente. Mi ha lasciato gentilmente il 19, per me è im- portante continuare con un numero su cui ho fatto affidamento nei momenti difficili della carriera e della vita personale. Da qui si capisce la voglia di andare avanti insieme verso un unico obiettivo, arrivare a quell’impossibile che tutti vogliono”. “Superiamo qualunque possibile granello che si inserisce nel nostro ingranaggio”, ha sottolineato l’ad Marco Fassone, ringraziando Kessié (“È stato com- prensivo”) a nome di una società che ha già fatto propri gli slogan di Bonucci. “Il Milan merita di tornare a vestire un abito importante in Italia e in Europa - ha notato il difensore -. Uniti si vince: serve la forza della squadra, il singolo da solo fa nulla. Tutti insieme possiamo tornare in alto, lo merita- no la società e la storia del Milan”. La rinascita passa anche attraverso i test internazionali e, rispetto al ko con il Borussia Dortmund, Vincenzo Montella dovrebbe affrontare il Bayern Monaco con più titolari, pensando anche all’andata del preliminare di Europa League, fra una settimana in Romania. Per ora il Milan sta stupendo per la massiccia campagna acquisti, da completare con un centravanti (Kalinic più di Belotti, al momento) e un centrocampista. Osservato speciale oggi sarà Renato Sanches, che il Bayern potrebbe cedere in prestito, con il beneplacito di Carlo Ancelotti. Fassone e il ds Massimiliano Mirabelli si sono confrontati sulle prossime mosse con il presidente Li Yonghong e il direttore esecutivo Han Li. Intanto i primi 11 acquisti hanno fatto partire a gonfie vele la campagna abbonamenti, con oltre 5mila tessere nei primi quattro giorni, un terzo di quelle dell’anno scorso.

MONTELLA - Il Milan è “una squadra in costruzione, non ancora completa”. Parola di Vincenzo Montella che a meno di una settimana dal preliminare di Europa League aspetta l’arrivo di almeno un nuovo attaccante. “Parlo tutti giorni con la società. Hanno fatto già un grandissimo mercato - ha osservato l’allenatore rossonero a Shenzhen, alla vigilia dell’ultimo impegno in Cina, con il Bayern Monaco - Va detto che molti ragazzi arrivano da campionati stranieri, per di più sono anche molto giovani. Come ha detto il ds Massimiliano Mirabelli, stiamo cercando i profili giusti che possano fare il caso nostro”. “Sicuramente dobbiamo migliorare dal punto di vista della tenuta. Al momento siamo un po’ indietro a livello di condizione. Cercherò di dare più minuti ai giocatori che potrebbero essere titolari nel preliminare di Europa League”, ha spiegato Montella ribadendo che il Milan “deve deve puntare alla zona Champions. Sarà un lavoro lungo, ma - ha aggiunto - sarà necessario correre veloce verso l’obiettivo di creare una squadra conscia di tutti i principi di gioco che ho nella mia testa. Penso che ci vorrà il giusto tempo per arrivare a livelli importanti”.


ITALIAN LANGUAGE DAILY NEWSPAPER

PUBLISHED BY GRUPPO EDITORIALE OGGI

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
Tutti i diritti riservati @ GRUPPO EDITORIALE OGGI e A SOAKING MEDIA