Cannes, da Haneke a Coppola


UNA 70MA EDIZIONE MONSTRE. PER L’ITALIA SPERANZA PER I FRATELLI TAVIANI E GIOVANI TALENTI


ROMA. Haneke, Polanski, Hazanavicious, Luc Besson, Todd Haynes, Kawase, So- fia Coppola, Wenders, Barbosa, Lanthi- mos e Ridley Scott. Questo solo uno dei pacchetti di mischia previsti per la 70/ma edizione del Festival di Cannes (17-23 mag- gio) che si annuncia, anche solo per il nu- mero tondo, monstre. E questo in attesa della conferenza stampa del 13 aprile a Parigi (a cui seguiranno il 24 quella per la Semaine e il 25 per la Quinzaine) che sve- lerà ogni cosa.

E l’Italia? Molto probabilmente il no- stro Paese non sarà in concorso, a parte la ‘speranza’ fratelli Taviani che potrebbero aspirare ad un ancor più prestigioso ‘fuori concorso’ con QUESTIONE PRIVATA, mentre potrebbero far parte delle sezioni collaterali altri film di autori giovani e meno giovani. Tra questi Sergio Castellitto e il suo FORTUNATA, Silvio Soldini con EMMA (lo dà probabile Hollywood Re- porter) e poi outsider come Sebastiano Riso, Risuleo, De Paolis e Pallaoro.

Una bella rosa numerica, quella degli italiani, in assenza di quei grandi registi amati dalla Croisette, come Sorrentino, Garrone, Moretti e Bellocchio. Infine, un discorso a parte per Virzì e il suo primo film in inglese THE LEISURE SEEKER, viag- gio on the road con malattia di Helen Mir- ren e Donald Sutherland, che sembra av- viato al Festival di Venezia, ma che per al- cuni potrebbe ancora correre a Cannes.

Intanto gli stranieri. In apertura ci po- trebbe essere VALERIAN E LA CITTÀ DEI MILLE PIANETI di Luc Besson, 200 mi- lioni di dollari di budget per uno sci-fi con Dane DeHaan e Cara Delevingne e, colpo di scena, la cantante pop Rihanna.

Meno probabilità di aprire il festival per LE REDOUTABLE di Michel Hazanavi- cius, la storia vera di una diciassettenne che fu corteggiata dal regista Godard du- rante le riprese de La Chinoise nel 1967 e che poi divenne sua moglie. Roman Po- lanski potrebbe portare a Cannes BASED ON A TRUE STORY, con Emmanuelle Sei- gner nei panni di una scrittrice parigina di successo con il blocco dello scrittore. Tutto cambierà dopo l’incontro con una donna misteriosa, interpretata da Eva Gre- en.

Il regista austriaco Haneke sarebbe in corsa con HAPPY END con protagonista una ricca Isabelle Huppert a Calais, incu- rante della miseria che affligge i campi ac- coglienza dei migranti WONDERSTRUCK di Todd Haynes è invece la storia di Ben e Rose, due bambini sordi vissuti a cin- quant’anni di distanza. Entrambi vedono in New York la soluzione ai loro mali. Ben desidera arrivarvi per rintracciare il padre mai conosciuto, Roseper vedere il suo ido- lo, l’attrice Lillian Mayhew. Nel cast Mi- chelle Williams e Julianne Moore..

Ancora un film al femminile, THE BE- GUILED, per Sofia Coppola, ovvero la sto-

Nelle foto, qui sopra, i fratelli Vittorio e Paolo Taviani. Sotto, Carlo Verdone

ria di un soldato unionista che viene cura- to dalle ragazze di una scuola femminile della Confederazione. Nel cast Nicole Ki- dman e Kirsten Dunst.

In corsa ancora per un posto sulla Cro- isette, HIKARI di Naomi Kawase, THE KILLING OF SACRED DEER di Yorgos Lanthimos, SUBMERGENCE di Wim Wen- ders e TOUS LES REVES DU MONDE dI Laurence Ferreira Barbosa. Dall’America, infine, tra le varie voci, potrebbe approda- re a Cannes il film con Brad Pitt, soldato in Afghanistan, WAR MACHINE, che sa- rebbe il debutto di Netflix sulla Croisette.

Per l’Italia il discorso è tutto aperto. Sembrerebbe fuori dal concorso principa- le con il contentino della Bellucci madrina e la Cardinale, vecchia gloria nel poster contestato.

A parte la sorpresa Virzì con il film ame- ricano THE LEISURE SEEKER, le più forti possibilità le hanno i fratelli Taviani con UNA QUESTIONE PRIVATA tratto da Fenoglio, tra l’altro una coproduzione ita- lo-francese, con protagonista Luca Mari- nelli. Altra ventilata chance quella di Ca- stellitto con FORTUNATA, scritto dalla Mazzantini che racconta la storia di una giovane madre (Jasmine Trinca) con un sogno: aprire un negozio di parrucchiera. Protagonista Stefano Accorsi, e nel cast Alessandro Borghi, Edoardo Pesce e Han- na Schygulla.

La squadra diretta da Fremaux pare sia intenzionata a pescare, per le sezioni col- laterali, tra LOOK UP di Fulvio Risuleo (il più quotato), UNA FAMIGLIA di Seba- stiano Riso con Micaela Ramazzotti e Pa- trick Bruel , Roberto De Paolis con CUORI PURI (la Sic) e Andrea Pallaoro con THEWHALE con Charlotte Rampling.


ITALIAN LANGUAGE DAILY NEWSPAPER

PUBLISHED BY GRUPPO EDITORIALE OGGI

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
Tutti i diritti riservati @ GRUPPO EDITORIALE OGGI e A SOAKING MEDIA