Coinvolti 83 paesi, allarme salmonella


LACTALIS/ESPLODE IL CASO DEL LATTE IN POLVERE PER NEONATI. IL MINISTERO DELLA SALUTE: “NESSUN LOTTO IN ITALIA”


PARIGI. Un silenzio lunghissimo, poi ieri per la prima volta - mentre il caso del latte in polvere per neonati di Lactalis esplode su scala internazio- nale - il presidente Emmanuel Besnier prende la parola. Per difendersi ("ab- biamo fatto il massimo") e promette- re di risarcire "tutte le famiglie che hanno subito un danno".

"Risarcire è giusto, ma il denaro non può comprare tutto" ha secca- mente commentato a sua volta Benja- min Griveaux, portavoce del governo francese, su BFM-TV.

La crisi del latte contaminato con il batterio della salmonella, esplosa a inizio dicembre in Francia e in parti- colare in una fabbrica del centro- ovest adesso chiusa, a Craon, ha pro- vocato casi di salmonella su 37 neo- nati francesi, su uno in Spagna e per un altro caso in Grecia sono in corso le analisi.

Mentre cresce il timore che altri pa- esi possano essere coinvolti, il mini- stero della Salute italiano ha assicu- rato che nessun lotto è stato spedito verso l’Italia, precisando che comun- que il dicastero resterà in costante contatto con la commissione europea e le autorità francesi per sollecitare ulteriori informazioni su Paesi e lotti interessati.

Ma il caso, fino a qualche giorno fa prettamente di natura sanitaria, ha assunto connotazioni politiche con le sempre più pressanti richieste go- vernative di sanzioni nei confronti del gigante mondiale dei prodotti lattieri e caseari, che in Italia controlla fra l'al- tro marchi come Parmalat e Galbani.

Ma la crisi del latte contaminato ha coinvolto anche grandi insegne del commercio come Leclerc, Auchan, Carrefour, che hanno continuato a vendere il prodotto dopo che questoera stato ampiamente individuato e ne era stato chiesto il ritiro dagli scaf- fali. Proprio su questo tema, Besnier, nella sua prima intervista dall'esplosio- ne del caso - concessa a Le Journal du Dimanche - sostiene che la decisione di richiamare tutte le confezioni di latte per neonati prodotte a Craon a prescin- dere dalla data di preparazione è stata una sua proposta e non gli è stato imposto nell'incontro di venerdì scor- so, piuttosto teso, con il ministro del- l'Economia, Bruno Le Maire. Al termine di quell'incontro, che ha seguito di poche ore le dure parole del presidente Emmanuel Macron, inter- pellato sul caso durante la visita a Roma, è stato deciso il ritiro di oltre.12 milioni di confezioni in 83 paesi, la cui lista non è stata per il momento resa nota. Il governo continua a mostrare massima severità nei confronti di Lactalis, come ha confermato Grive- aux: "Quando c'è del latte messo in circolazione che ha provocato situa- zioni sanitarie difficili per dei bambi- ni, significa che da qualche parte ci sono stati degli errori". Sarà la giusti- zia a stabilirlo, ha aggiunto. Per Besnier, invece, "in nessun momento c'è mai stata un'intenzione di nascondere le cose", anche se "nella prima lista trasmessa alle auto- rità" del ministero della Salute "man- cavano cinque lotti" di latte in polve.e. Un errore "corretto il giorno dopo", spiega Be- snier. Nessun er- rore in malafe- de, ma i fatti in- chiodano Lactalis: "Il no- stro mestiere - ha detto il pre- sidente - è met- tere in vendita dei prodotti sani. Se non è così, la respon- sabilità è no- stra.Eiomela prendo". "Ci sono delle de- nunce - ha ag- giunto a pro- posito dei cen- tinaia di proce- dimenti avvia- ti in tutta la Francia - ci sarà un'inchie- sta, collabore.emo con la giustizia fornendo tutti gli elementi che ci verranno chiesti". Uno scenario, quello del ricorso in giustizia, che per Codacons potreb- be diventare addirittura una "class action": "Se sarà accertata la commer- cializzazione anche in Italia di latte in polvere contaminato, presenteremo una class action contro Lactalis, chiedendo un maxi-risarcimento in favore delle famiglie coinvolte, an- che in assenza di patologie nei bam- bini e solo per i gravi rischi sanitari corsi. Invitiamo i cittadini a conser- vare scontrini e prove di acquisto del latte in polvere prodotto da Lactalis" ha detto il presidente dell'associazio- ne, Carlo Rienzi.


ITALIAN LANGUAGE DAILY NEWSPAPER

PUBLISHED BY GRUPPO EDITORIALE OGGI

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
Tutti i diritti riservati @ GRUPPO EDITORIALE OGGI e A SOAKING MEDIA