Collepardo, fermate Bannon


L’ABBAZIA DEI TRISULTI DIVENTA CENTRO DI FORMAZIONE DELL’ULTRADESTRA: IL PAESE DI RIBELLA


ROMA. Da centro benedettino frequentato fin dall'anno Mille ad 'accademia' del sovranismo populista sotto l'egida di Steve Bannon, il guru della nuova destra già al fianco di Donald Trump. Un destino, quello dell'Abbazia di Trisulti, incastonata nell'appennino ciociaro, a cui ieri circa trecento persone secondo gli organizzatori hanno detto un secco no marciando dal vicino paese di Collepardo fino all'antico complesso religioso. "No all'invasione nera - ha detto al corteo il segretario nazionale di Sinistra italiana Nicola Fratoianni - No a un centro di formazione di una rete globale del fronte nero, dell'integralismo religioso, della destra regressiva e esplicitamente fascista". E così comitati, attivisti e cittadini hanno percorso i ripidi 5 chilometri da Collepardo all'Abbazia dietro gli striscioni 'Trisulti Terra d'Europa, bene della comunità' e 'Stop Bannon - Free Europe'. La gestione dell'Abbazia (di cui ormai è rimasto un solo anziano monaco) era stata messa a bando dal Mibac guidato allora da Dario Franceschini. Lo scorso febbraio ad aggiudicarsela - centomila euro l'anno per 19 anni - era stata la fondazione 'DhiDignitatis Humanae Institute', il cui motto è 'Difendere le fondamenta giudaico-cristiane della civiltà occidentale riconoscendo che l'uomo è fatto a immagine e somiglianza di Dio'. A guidarla il britannico Benjamin Harnwell, vicino appunto a Bannon, che punta a ospitarvi una 'scuola di formazione' internazionale della nuova destra. "Hanno enormi disponibilità economiche di provenienza spesso oscura" ha aggiunto Fratoianni, che presenterà una interrogazione per sapere se le finalità della fondazione sono coerenti col bando del Mibac. Ma intanto, Harnwell vi si è già insediato e l'Abbazia non è più la stessa: "Non è fruibile come prima - afferma l'ex consigliera regionale della sinistra Daniela Bianchi, tra gli organizzatori del corteo - prima infatti c'erano delle fasce orarie, sia di mattina che di pomeriggio". Dubbioso anche il sindaco civico Mauro Bussiglieri: "Vogliamo che l'Abbazia resti un punto di riferimento religioso". Alla fondazione, finora senza esiti, ha chiesto di tenere aperto almeno l'accesso alla chiesa, e di eliminare il biglietto che era stato introdotto per gli invitati ai matrimoni: per ora ha ottenuto solo l'ingresso gratuito per i collepardesi. Che però sono "perplessi": "Noi siamo per il dialogo - spiega ancora - ci interessa che il monastero crei movimento di persone". Il sindaco non ha dato ufficiale patrocinio alla manifestazione, ma ha comunque messo a disposizione un pullman e una sala per il dibattito pomeridiano con Harnwell: "Partiamo da qui - dice l'inglese al Tg3 - per allargare le nostre idee a tutto il mondo. Il progetto è che Trisulti diventi la sede della lotta per difendere la civiltà giudaico-cristiana nel mondo"Un errore del ministero, se si fossero trovati 100 mila euro l'anno pubblici, oggi non avremmo Bannon" lamenta il segretario regionale SI Marco Maddalena. Invece, il progetto va avanti e dovrebbe partire in primavera. Il loro, del resto, ha rivendicato Harnwell in assemblea, è "il pensiero della maggioranza degli italiani".

ITALIAN LANGUAGE DAILY NEWSPAPER

PUBLISHED BY GRUPPO EDITORIALE OGGI

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
Tutti i diritti riservati @ GRUPPO EDITORIALE OGGI e A SOAKING MEDIA