Diamo tempo a Ancelotti


NAPOLI/Aurelio De Laurentiis a ruota libera sul nuovo tecnico, sul mercato e sui tifosi


NAPOLI. "Resteremo competitivi, abbiamo solo un problema, il cambio di allenatore. Qualunque allenatore ar- riva nuovo in una società, deve com- binare quello che era il gioco prece- dente con il suo modo di giocare". Lo ha detto il presidente del Napoli, Au- relio De Laurentiis, rispondendo alle critiche dei tifosi per i risultati nega- tivi del club nel precampionato.

"Se avessimo cambiato tutta la squadra - ha spiegato - avremo fatto una squadra a immagine del nuovo tec- nico ma sarebbe servito comunque tempo per farla crescere. I calciatori sono con noi da anni, e ultimamente hanno assaporato il giocare in un cer- to modo, con la difesa in un certo modo, con certi movimenti che ci han- no invidiato, con il sarrismo. Ora Sar- ri non c'è, il sarrismo si può conser- vare per quanto conservabile, ma bi- sogna compendiarlo con quanto vuol fare Ancelotti. Mettere in dubbio le capacità di Ancelotti, vuol dire non capire nulla di calcio. Bisogna dargli tempo, a lui servono due mesi di tem- po. Ancelotti è il genio incontestabile del calcio, perché ovunque è andato ha fatto bene, ora volete che non faccia bene al Napoli? Ma bisogna dargli quei due mesi di tempo per entrare nella testa e nei meccanismi dei giocatori. Se quelli che vengono allo stadio vo- gliono fare solo i contestatori, conte- stino pure".

De Laurentiis, che di recente ha ac- quistato anche il titolo del Bari, finito tra i dilettanti, ha replicato a chi lo ac- cusa di farsi distrarre dal club puglie- se: "Il Bari - ha detto - è nella serie dilettanti, figuriamoci se noi siamo di- stratti dal Bari. Ma poi sono due real- tà totalmente diverse. Il Bari è un'en- tità dalle grandissime opportunità ma che è stata maltrattata, cercheremo di darle una raddrizzata. Siamo l'unica squadra che è in Europa da nove anni, secondo uno studio olandese quella che è cresciuta di più negli ultimi anni. Ma non vendiamo più maglie, perché a Napoli c'è il gusto del pezzotto (la merce falsificata, ndr), vogliono spen- dere i miliardi di euro per comprare i giocatori, ma poi si fanno il pezzotto, spingono ai tornelli per entrare in più. Loro contestano De Laurentiis, ma io contesto loro".

De Laurentiis fa poi il punto sul mercato e soprattutto sulle trattative per il portiere colombiano dell'Arse- nal: "Ospina potrebbe arrivare. Stiamo negoziando, ci sono delle divergenze sulle loro richieste. Probabilmente è un'operazione che arriverà in porto".

Il patron azzurro ha praticamente escluso al momento l'arrivo del belga Migolet: "Per la porta stavamo su Ochoa, Mignolet e Ospina, e stiamo anche sull'ex della Fiorentina, Tataru-

sanu. Sono quattro in lizza, però Ochoa, che a me piaceva, non l'ho voluto più prendere perché seppur i suoi agenti ci sono venuti a trovare a Dublino, è un extracomunitario e Malagò non vuole cambiare il calcio italiano".

Sempre a proposito del mercato, De Laurentiis è tornato ad escludere l'ac- quisto di Belotti: "Vale 65 milioni? Sembrerebbe tutto architettato - ha detto - tra procuratori e giornalisti per sopravvalutare questo giocatore. Se Belotti vale 65 mln mi fa piacere, per- ché vuol dire che Inglese ne vale 85. L'anno scorso lui ha fatto 12 gol in campionato, mentre nel Torino Belotti ne ha fatti 10. Lo abbiamo dato in pre- stito oneroso, il Parma non ha battuto

ciglio data la validità del giocatore, potrà ancora far valere le sue qualità. Se Belotti oggi vale 65 milioni, pro- babilmente l'anno prossimo Inglese varrà 100 milioni".

Sull'attacco, il presidente del Na- poli ha sottolineato che: "Il reparto si è rinforzato con Verdi. Lui e Mertens, possono giocare a destra, sinistra ed anche come centravanti. Quando stol- tamente c'è chi dice che bisogna rin- forzare l'attacco del Napoli, quando l'anno scorso non c'era Milik infortu- nato, si dimentica che Mertens ha fat- to furore e fuochi d'artificio, facendo impallidire Higuain rispetto ai gol che ha fatto alla Juve. Non riesco a capire questo tendenza distruttiv


ITALIAN LANGUAGE DAILY NEWSPAPER

PUBLISHED BY GRUPPO EDITORIALE OGGI

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
Tutti i diritti riservati @ GRUPPO EDITORIALE OGGI e A SOAKING MEDIA