Donald attacca i comici



NEW YORK. Donald Trump sfida i comici. In una raffica di messaggi su Twitter e in una intervista a Time il presidente degli Stati Uniti ha attaccato una delle sue nemesi storiche, Rosie O’Donnell, per poi passare a Stephen Colbert, l’erede di David Letterman che lo aveva criticato nella tarda serata della Cbs.

Intanto a Washington Sean Spicer è tornato sul podio, mentre a New York Melissa McCarthy ha indossato nuovamente i panni del portavoce per la puntata di “Saturday Night Live”. L’attrice candidata agli Oscar per “Bridesmaids” è stata avvistata ieri nel centro di Manhattan mentre filmava, vestita da Spicer, uno sketch del programma satirico ispirato alla fuga del portavoce di Trump tra i cespugli della Casa Bianca per evitare i giornalisti dopo il licenziamento del direttore dell’Fbi James Comey. Con la O’Donnell è stato Trump a partire all’attacco: “Finalmente siamo d’accordo su una cosa, Rosie”, ha twittato il presidente rilanciando un micromessaggio vecchio di mesi dell’ attrice che all’epoca della campagna elettorale aveva chiesto la cacciata di Comey per aver messo in piazza l’inchiesta sulle mail di Hillary Clinton. Se il tweet voleva essere un ramoscello d’ulivo, la O’Donnell non l’ha intesa così: “Non capisci neanche in che guaio di trovi, Lo staff di Comey crede in lui e ha le prove di che uomo sadico sei”, ha replicato. Trump e la O’Donnell litigano dal 2006, da quando lei, come anchor di “The View”, lo aveva preso in giro per la pettinatura e l’abitudine di non pagare i dipendenti. Lui aveva replicato minacciando causa e definendola “una maiale” dalla

“faccia grassa e brutta”. Con Colbert Trump è andato giù duro: “Uno sporcaccione senza talento anche se lo guardano i bambini. Nulla di quel che dice è divertente. Costruisce solo la mia base e mi aiuta”.

Il presidente si è poi attribuito il merito degli alti indici di ascolto del programma del comico: “Prima di me stava morendo, lo volevano cacciare dalla tv. Poi ha cominciato ad attaccarmi ed è andato meglio”. Colbert ha cantato vittoria: “Presidente Trump, non capisci una cosa dello show business. Era un anno che cercavo di farmi notare. Finalmente è successo. Ho vinto”.


ITALIAN LANGUAGE DAILY NEWSPAPER

PUBLISHED BY GRUPPO EDITORIALE OGGI

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
Tutti i diritti riservati @ GRUPPO EDITORIALE OGGI e A SOAKING MEDIA