• Redazione

“Dopo la Juve potrei smettere”

SERIE A/SARRI TORNA A NAPOLI DA EX: “SE MI FISCHIANO SARÀ PER AFFETTO”



NAPOLI. E' finalmente arrivato per Sarri il giorno del ritorno a Napoli. "Per me - ammette - è una partita particolare, ma non bisogna spendere energie per un aspetto personale. Dobbiamo fare punti, quindi prima di tutto c'è l'interesse collettivo". Con l'incognita dell'acco- glienza del San Paolo: "Se dovessero fischiarmi - dice il tecnico bianconero - sarebbe una di- mostrazione d'affetto". I sentimenti dovranno animare il pre e il post partita, senza incidere sui 90': il passato è ormai alle spalle, il presente è bianconero, il futuro incerto. "Tornare al Napoli? Ora non ho di questi pensieri, dopo questa esperienza potrei anche smettere. Dipende quante energie mi saranno rimaste e se penserò di fare ancora bene". Nel concreto della partita di oggi, Sarri riparte dalle certezze come il recupero di Bentancur dopo la squalifica, "calciatore che ci dà equilibrio, corsa e dinamismo", schierando in attacco la coppia Dybala-Ronaldo con Ramsey a supporto. La 'Joya' resta in ballottaggio con Higuain, ex fischiatissimo ma sempre decisivo contro la sua Napoli. "Gli aspetti ambientali hanno sfaccettature positive e negative. - osserva Sarri - Se dovessi scegliere lui è perché viene da partita straordinaria, sono valutazioni prettamente tattiche". Concentrazione massima contro la squadra di Gattuso, nel pieno di un cambio di filosofia dopo l'avvicendamento panchina con Ancelotti: "Il Napoli sta cambiando modo di giocare, mi aspetto una partita complicata . Anche se il momento è difficile, sulla partita secca gli azzurri restano pericolosissimi". Guardare i punti sarebbe un errore per i bianconeri: "Nelle classifiche di rendimento, il Na- poli è primo per possesso palla, baricentro, tiri fatti: la classifica attuale non corrisponde al gioco espresso. Sono rinfrancati dalla vittoria sulla Lazio in Coppa Italia e credo che presto riusciranno a risalire. Inoltre la partita con la Juve li carica". Lo scambio De Sciglio-Kurzawa sembra ormai in dirittura d'arrivo, come il trasferimento di Emre Can al Borussia Dortmund: "De Sciglio-Kurzawa è un'ipotesi e nulla di definitivo", puntualizza Sarri. Ma indiscrezioni suggeriscono che il difensore, non convocato ieri dall'allenatore del Psg, Thomas Tuchel, per la partita contro il Lille, sarà a Torino martedì prossimo per le visite mediche e la firma del contratto. Sarri non vuole guardare in casa d'altri, all'imminente arrivo di Eriksen all'Inter: "E' giocatore di grande levatura, ma che possa cambiare l'equilibrio di un campionato è tutto un altro discorso. Comunque, dobbiamo concentrarci su di noi per essere competitivi, al di là dei giocatori che arrivano nelle altre squadre".

ITALIAN LANGUAGE DAILY NEWSPAPER

PUBLISHED BY GRUPPO EDITORIALE OGGI

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
Tutti i diritti riservati @ GRUPPO EDITORIALE OGGI e A SOAKING MEDIA