E d’oro il fioretto di Alice



SCHERMA/SPLENDIDA VITTORIA DELLA VOLPI AI MONDIALI. BRONZO PER LA ERRIGO

WUXI. Archiviato il Mondiale di calcio di Russia orfano dell'Italia, l'estate dello sport azzurro fa rima con vittoria. Dopo i trionfi, domenica, di Francesco Molinari - primo italiano di sempre a vincere un Major di golf - dei tennisti Fabio Fognini e Marco Cecchinato vincitori a Bastad e Umago e l'oro di Mara Navarria nella spada ai Mondiali di Wuxi, in Cina, ieri è stata ancora la scherma a far risuonare l'inno di Mameli con la vittoria di Alice V olpi nel fioretto ed il bronzo di Arianna Errigo. ''E' tutto magico, ho lavorato a lungo per raggiungere questo risultato - è il commento a caldo della V olpi - Ad un certo punto pensavo di non farcela, è stata una finale assai faticosa''. Ventisei anni, senese, Alice V olpi iscrive col fioretto per la prima volta il suo nome nell'albo d'oro iridato di specialità. Un titolo che prima ha sognato, poi ha sfiorato ed infine ha conquistato. Dopo l'argento dello scorso anno, l'Azzurra ha lavorato sodo affinché potesse liberare l'urlo di gioia al termine della giornata, sfoderando il suo sorriso più bello dal gradino più alto del podio. L'atleta delle Fiamme Oro in finale alza le braccia al cielo in segno di vittoria dopo la stoccata del 15-12 con cui ha fermato la francese Ysaora Thibus. L'ultimo match di giornata si è giocato sul filo della tensione, con le due atlete che hanno dato vita ad un ottimo spettacolo di scherma, dal quale ne esce attrice protagonista l'Azzurra che, forgiata dalle mani della maestra GiovannTrillini, ha saputo far brillare il suo talento. "Non me ne rendo ancora conto, è tutto magico - commenta a caldo, tra una lacrima ed un sorriso -. Sono al settimo cielo perché è un risultato per il quale ho lavorato a lungo. Non riesco a descrivere che emozione sia conquistare un titolo di campionessa del Mondo, perché ho ancora addosso l'adrenalina di una finale che è stata assai faticosa. Ad un certo punto pensavo di non farcela ma ho stretto i denti e poi sentivo le urla ed il tifo in tribuna di Annalisa Coltorti (preparatrice atletica, ndr) e di Daniele fidanzato Garozzo, oro nel fioretto ai Giochi di Rio 2016 ndr). E' un successo che dedico a loro, alla mia famiglia, alle Fiamme Oro, ma un pensiero particolare a mio nonno che mi ha seguito da lassù". La fiorettista toscana era giunta in finale, dopo la vittoria per 15-7 in semifinale sulla tunisina Ines Bou- bakri, già bronzo ai Giochi di Rio2016. Nel suo percorso di gara verso l'oro, l'Azzurra, dopo le vittorie in sequenza contro la portacolori di Hong Kong, Kimberley Cheung per 15-8 e poi contro la russa Adelina Zagidullina, dominata nettamente per 15-6, aveva avuto nettamente ragione dell'ucraina Kateryna Chentsova col punteggio di 15-2 nel tabellone delle 16, prima di affrontare ai quarti il derby italiano contro Camilla Man- cini, superata per 15-9. La gioia azzurra è anche per la seconda medaglia, quella di bronzo, portata in dote da Arianna Errigo (che bissa il terzo posto ai Mondiali dello scorso anno a Lipsia), dirottata sul terzo gradino del podio dalla francese Thibus che ha fermato la sua corsa in semifinale col punteggio di 15-2. "Ero venuta qui per vincere e questa medaglia mi sta stretta - commenta la Errigo -. In semifinale sono arrivata un po' stanca e non sono mai riuscita ad entrare nel match. Dispiace anche se comunque questa è la mia settima medaglia negli otto Mondiali che ho fin qui disputato in carriera. Adesso pensiamo alla gara a squadre dove abbiamo un titolo mondiale da difendere coi denti".


ITALIAN LANGUAGE DAILY NEWSPAPER

PUBLISHED BY GRUPPO EDITORIALE OGGI

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
Tutti i diritti riservati @ GRUPPO EDITORIALE OGGI e A SOAKING MEDIA