Eni:utile primo semestre vola a 2,2 mld



Descalzi, redditività +152%, confermo acconto dividendo

L'Eni chiude il primo semestre 2018 con un utile netto pari a 2,2 miliardi di euro (+124%) e un risultato adjusted di 1,7 miliardi (+45%). Lo comunica il gruppo petrolifero dopo il cda. Un "forte aumento della redditività", con l'utile operativo adjusted che nel trimestre è cresciuto del 152% grazie soprattutto a 'Esplorazione e produzione' con un contributo triplicato, "a fronte di una crescita del Brent in euro del 38%", commenta l'amministratore delegato dell'Eni, Claudio Descalzi. "La generazione di cassa consolidata è anch'essa nettamente cresciuta, spinta dal prezzo Brent e dalla maggiore produzione con un contributo per barile che sale a 20 dollari, consentendoci di confermare la riduzione a 55 dollari al barile della nostra cash neutrality per il 2018". Per Descalzi "ottimo è stato anche il risultato del business gas & power". Il debito netto, infine, è sotto i 10 miliardi, livello più basso registrato negli ultimi 11 anni". E' quindi confermata la proposta di un acconto dividendo di 0,42 euro.


ITALIAN LANGUAGE DAILY NEWSPAPER

PUBLISHED BY GRUPPO EDITORIALE OGGI

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
Tutti i diritti riservati @ GRUPPO EDITORIALE OGGI e A SOAKING MEDIA