Europee: proiezioni Pe, possibile alleanza a tre. Alde: 'Essenziali per maggioranza Pe'



Seconda proiezione, Ppe 178 seggi, S&D 152

I Popolari e gli S&D non hanno la maggioranza assoluta dei seggi al Parlamento europeo. Nella seconda proiezione della composizione del futuro Parlamento Ue, al Partito popolare vanno 178 seggi, ai Socialisti e Democratici 152, e ai Liberali 108. Quarti i Verdi con 67 europarlamentari, poi i Conservatori a 61, mentre l'Enf (il gruppo della Lega di Salvini) avrebbe 55 seggi e l'Efdd (il gruppo dei Cinque Stelle e di Farage) 53. La proiezione è basata sui risultati di 7 Paesi, dati provvisori di 15 e stime di 5, inclusa l'Italia. Una possibile maggioranza potrebbe dunque vedere il Ppe alleato agli S&D e ai Liberali dell'Alde, che invece guadagnano: nel 2014 ne avevano 68 e oggi 102. "Per la prima volta da 25 anni abbiamo un'affluenza in aumento, che speriamo superi il 50%, l'Europa è tornata in auge". Così il leader dei Liberali Guy Verhofstadt. "Le prime proiezioni per il gruppo Alde sono promettenti - ha aggiunto -. Formeremo un nuovo gruppo al Pe con 100 seggi, sarà fondamentale e per la prima volta da 40 anni i due partiti classici Ppe e S&D non avranno la maggioranza e ciò significa che una maggioranza solida sarà possibile con l'Alde". A chi gli chiedeva di commentare il risultato ottenuto da Macron ha poi precisato: "è comunque una vittoria". La Lega, per numero di seggi, è il secondo partito in Europa e prima forza politica del futuro gruppo Alleanza europea dei popoli e delle nazioni. È quanto emerge dai risultati sulle elezioni Ue fin qui disponibili (mancano quelli relativi al Brexit Party di Farage). Primi nell'Ue sono i tedeschi della Cdu-Csu che dovrebbero raccogliere 29 seggi, mentre il Rassemblement di Marine Le Pen avrebbe conquistato 22 seggi. La Lega, secondo le stime del Pe, dovrebbe invece ottenere 24 seggi. Cresce nel Parlamento Ue il gruppo di Salvini e Le Pen. È quanto emerge dai risultati sulle elezioni europee diffusi finora dall'Eurocamera. Il gruppo Enf, che in futuro sarà ribattezzato Alleanza europea dei popoli e delle nazioni, dovrebbe passare dagli attuali 37 seggi in Europarlamento a 55 seggi, cui in futuro si potrebbero aggiungere gli eurodeputati dei partiti che non hanno ancora formalmente aderito al gruppo ma che erano alla manifestazione di Salvini per un totale di 71 seggi. Tra questi Alternative für Deutschland (Afd), che ha raccolto undici seggi, il Partito del popolo danese (2 seggi) e i Veri finlandesi (2 seggi) e i nazionalisti estoni di Ekre (1 seggio). A trainare il risultato, oltre alla crescita della Lega, anche l'exploit di Rassemblement national in Francia,e dei nazionalisti fiamminghi di Vlaams Belang in Belgio. Ancora non è chiaro poi dove confluiranno gli eurodeputati di Farage, che con il suo Brexit Party ha avuto un successo schiacciante nel Regno Unito e che, in attesa della Brexit, è corteggiato dalla Lega.

ITALIAN LANGUAGE DAILY NEWSPAPER

PUBLISHED BY GRUPPO EDITORIALE OGGI

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
Tutti i diritti riservati @ GRUPPO EDITORIALE OGGI e A SOAKING MEDIA