“Fai da te” per 1,5 mln di cittadini



ROMA. Niente commercialista e nemmeno Caf: cresce il numero dei cittadini che sceglie il «fai da te» per la dichiarazione dei redditi precompilata. A fronte dei milioni di dichiarazione 'scaricate' in modo massivo da Caf e intermediari, c'è un plotone di 1.523.764 contribuenti che ha dichiarato direttamente i propri redditi.

Anche se la scadenza per l'invio è fissata per il 22 luglio, è già superata la soglia degli 1,4 milioni di «self-dichiarazioni» registrate lo scorso anno e all'Agenzia delle Entrate sono fiduciosi che il numero cresca ancora perché sono molti i contribuenti - oltre 400 mila - che hanno elaborato la 'pre- compilata' ma l'hanno solo salvata e non ancora inviata.

Già così, comunque, la percentuale di coloro che hanno scelto il fai da te ha superato il 10 per cento in regioni come la Lombardia e il Friuli Venezia Giulia, con punte del 13,4 per cento nella pro- vinci di Monza, del 12,9 per cento a Lecco e del 12 per cento Trieste.

CRESCE FAI-DA-TE. La fotografia degli 'invii' della precompilata a fine giugno mostrano un buon andamento, a 20 giorni dal- la scadenza sono stati inviati ed elaborati autonomamente un numero di 730 precompilati pari a 1.453.825 precompilati, ai quali si aggiungono 70mila le dichiarazioni Unicoweb precompilate. A questi invii potrebbero presto aggiungersi circa 386mila 730 e 35mila di- chiarazioni Unicoweb, che risultano già salvati a sistema dai contribuenti. Sempre al 30 giugno, inoltre, Caf e intermediari hanno chiesto di scaricare il 730 precom- pilato per conto di circa 14 milioni di cittadini.

LOMBARDIA E FRIULI GUIDANO CLASSIFICA FISCOSELF. La "geografia" della pre- compilata 2016 vede - al momento - al primo posto per numero di 730

precompilati già trasmessi online dai singoli cittadini la Lombardia (10,5 per cento di modelli già spediti), seguita dal Friuli Venezia Giulia (10,2%) e dal Veneto (8,8%).

Tra le province italiane, invece, il podio spetta alla provincia di Monza e della Brianza (13,4%) di Lecco (12,9%) e di Trieste (12%).

FISCO TELEMATICO PER 5,3 MLN CITTADINI. Dalla precompilata arriva una spinta a tutti i servizi telematici del fisco: al 30 giugno gli utenti sono 5,3 milioni, contro i 4,5 milioni abilitati al 28 luglio 2015. A questi si aggiungo- no altre 269 mila utenze Entratel. Ma per elaborare la dichiarazione dei redditi i cittadini scelgono anche le altre password disponi- bili: certo sono 1,8 milioni quelli che usano le credenziali Fisconli- ne, ma ci sono anche 1 milione che accedono con le password Inps e 15 mila che hanno optato per lo Spid, il nuovo Sistema Pubblico di Identità Digitale, che permette di accedere con credenziali uniche a tutti i servizi online delle pubbli- che amministrazioni e delle impre- se aderenti.

PRECOMPILATA QUEST'ANNO PER 30 MLN CITTADINI. La dichiarazione precompilata ha compiuto il secondo anno ed è cresciuta nel numero di potenziali beneficiari ed anche nel numero dei dati che contiene: sono circa 30 milioni i cittadini interessati, di cui 20 milioni di contribuenti titolari di redditi di lavoro dipendente o di pensione ma anche a circa 10 milioni di soggetti che utilizza- no il modello Unico persone fisi- che. E i dati inseriti 'valgono' 14,5 miliardi di euro di sconti fiscali.


ITALIAN LANGUAGE DAILY NEWSPAPER

PUBLISHED BY GRUPPO EDITORIALE OGGI

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
Tutti i diritti riservati @ GRUPPO EDITORIALE OGGI e A SOAKING MEDIA