“Florenzi? Ha scelto lui”

ROMA/FONSECA: “CI SONO GLI EUROPEI E ALESSANDRO VOLEVA GIOCARE DI PIÙ”



ROMA. Alla vigilia della trasferta sul campo del Sassuolo a Trigoria Paulo Fonseca parla quasi esclusivamente di mercato, dei nuovi arrivati Ibanez, Villar e Perez subito convocati e soprattutto del fresco arrivederci del capitano Alessandro Florenzi, trasferitosi in prestito per quattro mesi al Valencia. "Tra noi abbiamo avuto una conversazione molto serena, molto diretta. Ha avuto questa opportunità ed è andato lì per volontà propria", spiega il tecnico della Roma, ricordando che "a fine stagione c'è l'Europeo" e che il terzino "aveva solo più voglia di giocare". Il posto fisso, però, il portoghese glielo aveva tolto ormai da tempo, e comunque è una cosa "che non posso promettere a nessuno". Ecco quindi la scelta del divorzio temporaneo. "Quella che si è prospettata sembrava una buona soluzione. Non abbiamo pensato al futuro - ammette Fonseca -. Vedremo quale sarà il rendimento del giocatore, anche in Nazionale. E poi valuteremo. Non stiamo pensando alla prossima stagione". Fonseca ci tiene comunque a sottolineare il fatto che "Florenzi è un grandissimo professionista. Ha avuto un grande atteggiamento da capitano, sempre. Ho parlato con lui e gli ho detto che è una persona con cui mi sono trovato sempre bene, ho avuto un buon rapporto. Ho grande ammirazione per il suo atteggiamento". "Capisco com'è il calcio, è fatto così: oggi è Florenzi, domani sarà un altro giocatore - aggiunge -. Questo è il calcio. Io devo pen- sare sempre alle soluzioni per la squadra. Ho sempre desiderato il meglio per Florenzi. La mia relazione personale con i giocatori non è legata al numero di partite giocate e da questo punto di vista vi assicuro che con lui non ho avuto nessun problema. Desidero di cuore che possa essere molto felice". In merito all'impegno di oggi, Fonseca parla del Sassuolo come di "una delle squadre che mi piace di più, ha coraggio, qualità offensiva, se la lasci giocare è difficile. Spero in una partita aperta, perché entrambe le squadre vogliono giocare ed attaccare". Per quanto riguardo il mercato, invece, l'allenatore ribadisce il proprio punto di vista sulla fienstra invernale: "Ho sempre detto che non mi piace perché non è faci- le trovare calciatori. Per me in questo momento o arrivano giocatori pronti ed esperti per po- ter entrare nella squadra oppure si deve andare sul futuro. E questi tre giocatori sono una prospettiva per il futuro". Il riferimento è a Ibanez, Villar e Perez, tutti subito a disposizione per la partita col Sassuolo. "Non giocheranno dall'inizio ma potrebbero entrare a partita in corso - rivela Fonseca -. Non si sono allenati molto con la squadra, ma abbiamo parlato con loro e potremmo anche avere la necessità di farne giocare qualcuno". Sempre parlando di mercato, Fonseca esclude le partenze di Cetin e di Kalinic visto che "ha sei mesi di lavoro con noi, e far arrivare un nuovo attaccante di qualità in questo momento non è facile. Avrebbe bisogno di tempo per adattarsi alla nostra forma di giocare". Nel ruolo di terzino destro, con la partenza di Florenzi, giocherà Santon che "è in un buon momento". I ricambi saranno Bruno Peres ("sta migliorando tutti i giorni ed è un giocatore molto forte offensivamente") e Cetin, che "non è un terzino ma può giocare come ha fatto in alcune partite se dobbiamo difendere di più". E poi ricorda Fonseca, c'è "la possibilità di far giocare Spinazzola a destra, anche se non gli piace molto, ma può essere schierato lì. Abbiamo quattro soluzioni da valutare in questo momento".

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

ITALIAN LANGUAGE DAILY NEWSPAPER

PUBLISHED BY GRUPPO EDITORIALE OGGI

Tutti i diritti riservati @ GRUPPO EDITORIALE OGGI e A SOAKING MEDIA