Fra fede e preoccupazione



IL PAPA: “LA BARCA DELLA CHIESA È INVESTITA DA VENTI CONTRARI E VIOLENTI"

CITTÀ DEL VATICANO. “Viviamo in un contesto in cui la barca della Chiesa è investita da venti contrari e violenti, a causa specialmente delle gravi colpe commesse da alcuni dei suoi membri”. Lo ha detto il Papa parlando ad un gruppo di sacerdoti della periferia di Parigi. Parole drammatiche che richiamano l’ultima udienza generale di Papa Benedetto XVI, quella del 27 febbraio 2013, in cui parlò sempre della barca: “Ci sono stati momenti in cui le acque erano agitate e il vento contrario, come in tutta la storia della Chiesa, e il Signore sembrava dormire”, diceva in quel momento difficile il Papa emerito. La pedofilia ma anche le durissime divisioni nella Chiesa hanno portato Papa Francesco a chiedere ai fedeli di tutto il mondo a pregare tutti i giorni il rosario: in un tweet ieri lo ha ricordato lanciando anche l’hashtag #PrayForTheChurch. E in un certo senso ha richiamato all’unità anche nelle parole rivolte in una udienza ai Rosminiani: “La fedeltà alla sede di Pietro esprime l’unità nella diversità e la comunione ecclesiale, elemento imprescindibile per una fruttuosa missione”. E’ in questo difficile clima che prende il via il Sinodo dei vescovi dedicato ai giovani. Ma il segretario generale dell’assise, il cardinale Lorenzo Baldisseri, ieri ha sottolineato che questo incontro, tutt’altro che inopportuno, come anche qualche voce della Chiesa ha detto, è invece “un’occasione per poter mostrare la Chiesa come tale. Noi non vediamo un ostacolo ma una opportunità da una riunione di questa portata per poterci fare conoscere”. La Chiesa non può essere identificata - sottolinea ancora il cardinale - in “alcuni che hanno fallito e hanno creato scandalo”. Tra le novità assolutedelSinodo-cheapriràmercoledì3ottobre con la messa a piazza San Pietro presieduta da Papa Francesco - c’è la partecipazione, per la prima volta, di due vescovi della Cina continentale. E’ uno dei primo frutti dell’Accordo Provvisorio tra Santa Sede e Cina: “Sono stati invitati dal Papa e saranno presenti”, ha detto ancora Baldisseri. “Il tema dei giovani è certamente oggi una ‘sfida’, come del resto lo fu quello della famiglia. E la Chiesa non ha paura di affrontare le sfide, che sono sempre difficili e insidiose. Non le teme perché è sicura che la forza spirituale e umana le viene dallo Spirito Santo, che ispira e sostiene i suoi Pastori e il suo gregge, con a capo colui che ha ministero di confermare i fratelli”, ha sottolineato il cardinale. Baldisseri ha anche replicato a chi ha chiesto di annullare il Sinodo sui giovani ed ha anche criticato il documento preparatorio. E' “solo una voce”, ha detto Baldisseri, riferendosi all'arcivescovo di Filadelfia, monsignor Charles Chaput, senza citarlo. “Vorrei dire - ha sottolineato il cardinale in conferenza stampa - che la persona in questione, tanto è pubblica, ha detto che non è d'accordo perché ha fatto studiare a un teologo il testo”; inoltre è “un membro del Consiglio di segreteria, era presente nel momento in cui è stato presentato il testo-base, se aveva qualche obiezione poteva mostrarla”. Parteciperanno al Sinodo 267 Padri sinodali, tra cardinali, vescovi, patriarchi, religiosi. Ci saranno anche 23 esperti e, tra gli uditori, 34 giovani trai18ei29anni. Il Sinodo dei vescovi può avere potere deliberativo: è questa una delle principali novità sul funzionamento dell'assemblea dei vescovi. Dopo la Costituzione apostolica di Papa Francesco arriva infatti l'“Istruzione sulla celebrazione delle AssembleeSinodaliesull'attivitàdellaSegreteria Generale del Sinodo dei Vescovi” . Il documento è applicativo di quanto stabilito dal Papa nella Costituzione “Episcopalis communio'” presentata il 18 settembre. Tra i vari punti è indicato anche il potere del Papa di “ratificare ed eventualmente promulgare il Documento finale quando, in casi determinati, abbia concesso al Sinodo potestà deliberativa”.


ITALIAN LANGUAGE DAILY NEWSPAPER

PUBLISHED BY GRUPPO EDITORIALE OGGI

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
Tutti i diritti riservati @ GRUPPO EDITORIALE OGGI e A SOAKING MEDIA