Gli esclusi del Napoli


IL CASO/Prima sconfitta ed ancora dubbi sul mancato uso di Diawara, Rog e Tonelli


NAPOLI. Un tour de force a mille e poi la caduta proprio all’ultimo miglio.Il giorno dopo il ko di Bergamo, il primo stagionale, il Napoli si scopre non più invincibile e con la necessità di integrare al più presto i nuovi acquisti per offrire a Sarri forze fresche e calciatori con stimoli sempre nuovi per gestire al meglio l’alternanza tra la vetrina di Champions League e i campi di provincia della serie A. Una domenica da dimenticare, come ammesso dal capitano Marek Hamsik, schietto nell’ammettere la giornataccia: “Dobbiamo però ammettere che nel complesso la nostra prova non è stata delle migliori. È un peccato non aver vinto l’ultima gara prima della sosta”, ha scritto sul suo sito “Ma- rekiaro”, brillante contro i Benfica ma molle domenica a Bergamo. Hamsik riesce comunque a trovare i lati positivi della gara: “Abbiamo subito gol già dopo nove minuti, è stato un po’ un colpo di fortuna per loro. Poi abbiamo avuto almeno tre occasioni, ma non siamo riusciti a segnare”. E pure Milik ha spiegato sui social: “Ieri non è stata la nostra giornata”. Il ko di Bergamo è arrivato alla fine del primo tour de force della stagione con 7 gare in 22 giorni: dalla sfida al Palermo di settembre, infatti, gli azzurri hanno brillantemente portato a casa cinque vittorie e un pareggio tra campionato e Champions League. Un bilancio che resta positivo come dimostrato anche dai 14 gol fatti e 5 subiti in queste sette gare, ma che non permette al Napoli di tenere testa alla Juventus, che prova già la minifuga. L’ammissione della superiorità bianconera da parte di Sarri ci sta ma in città molte critiche sono rivolte al tecnico toscano, visto che a Bergamo è emersa la stanchezza fisica e mentale di una squadra in cui molte alternative sono rimaste finora in panchina, senza mai esordire. Sarri ha puntato in avvio sulla squadra base con i soli innesti di Insigne e Zielinski per Mertens e Allan, e a gara in corso, a arte l’inserimento del rodatissimo Mertens, ha regalato solo gli ultimi minuti a Gabbiadini e Giaccherini. Ancora solo panchina, invece per Diawara, Rog e Tonelli: in tutto un bottino da circa 38 milioni sborsati quest’estate da De Laurentiis e che non hanno ancora esordito. In particolare scalpita l’ex bolognese Diawara: Jorginho è tra i calciatori che corre di più in serie A e ha evidentemente accusato la stanchezza del tour de force, visto che ha giocato da titolare tutte e sette le partite da Palermo a Bergamo. Materiale su cui rifletterà Sarri, ma anche il patron azzurro Aurelio De Laurentiis, di ritorno dal lungo viaggio in Cina e che potrebbe tornare al San Paolo in occasione del match contro la Roma alla ripresa.

Un match clou Sarri comincia a preparare da oggi senza tredici calciatori, partiti per la nazionali.


ITALIAN LANGUAGE DAILY NEWSPAPER

PUBLISHED BY GRUPPO EDITORIALE OGGI

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
Tutti i diritti riservati @ GRUPPO EDITORIALE OGGI e A SOAKING MEDIA