I tifosi gridano, Sarri tace


NAPOLI/Nel giorno dello scontro con l’Inter

Il tecnico vuole evitare domande scomode


NAPOLI. La delicatezza del momento, caratterizzato da sottili polemiche e stilettate a distanza tra Maurizio Sarri ed Aurelio De Laurentiis, è plasticamente rappresentata dal silenzio dell'allenatore che ha evitato di apparire davanti a microfoni e taccuini, abolendo la tradizionale conferenza stampa della vigilia del match. Nulla di ufficiale, dunque, traspare su ciò che il tecnico pensa di Napoli- Inter in programma stasera allo stadio San Paolo, anricipo di cartello di campionato. Perchè Sarri tace? Vuole evitare domande scomode sui suoi rapporti con il presidente, sull' accantonamento, che dura ormai da mesi, di due pezzi pregiati del calcio mercato, Tonelli e Rog? Non vuole sentirsi contestare dai media la mancanza di duttilità tattica che lo porta a non discostarsi mai dal 4-3-3, modulo scelto ad inizio stagione ed intoccabile come un totem? I presidente ed i tifosi si pongono una serie di domande sulla sterilità, divenuta ormai cronica, dell'attacco azzurro, orfano di Milik, sulla reiterata presenza in campo di Gabbiadini in un ruolo non suo, sulle rotazioni che riguardano solo alcuni calciatori e mai altri. Sarri, però, va dritto per la sua strada e soltanto i risultati, positivi o negativi, che arriveranno oggi e domani, in occasione del decisivo scontro di Champions League con il Benfica a Lisbona, potranno dire una parola chiara sul futuro del Napoli. La squadra si è allenata a Castel Volturno e Sarri ha utilizzato buona parte del tempo a disposizione per la preparazione tattica della gara. Dal Centro Tecnico del Napoli è arrivata, poco prima della seduta, una notizia che è tutta da interpretare. Tonelli non ha partecipato all'allenamento e si è aggregato alla Primavera, impegnata domani a Milano contro i rossoneri, partendo in treno per il capoluogo lombardo. Che significa questa decisione? Probabilmente l'allenatore ritiene l'ex difensore dell'Empoli fuori condizione, perchè da troppo tempo lontano dalle partite, e vuole fargli cominciare una lenta manovra di avvicinamento alla squadra titolare. Difficile immaginare che si tratti di una decisione punitiva. Nelle prossime settimane, comunque, se ne capirà qualcosa in più, soprattutto se Sarri non risponderà alle domande dei giornalisti in proposito nel dopo partita di domani o in occasione delle conferenze stampa obbligatorie prima e dopo la gara di Champions con il Benfica. Con la stampa ha invece parlato Faouzi Ghoulam che ai microfoni di Radio Kiss Kiss, analizzando la gara di oggi, ha detto:’‘Giocheremo una partita diffi- cile ed importantissima. Vogliamo rias- saporare il gusto della vittoria e dare- mo tutto per regalare una gioia al San Paolo’‘. ‘’Non siamo stati molto premiati sinora - ha aggiunto il franco-algerino - abbiamo offerto buone prestazioni ma sono arrivati risultati non sempre posi- tivi. Abbiamo una gran voglia di recuperare punti per il vertice della classifica e la gara contro l'Inter sarà fonda- mentale anche per questo’‘. ‘’Sappiamo - ha concluso Ghoulam - che affronteremo un avversario di grande forza e qualità, in campo ci saranno tante piccole sfide individuali, ma sarà decisivo l'apporto della squadra. Daremo tutto sin dall'inizio e sarà importante per noi la spinta dei nostri tifosi che anche domani ci daranno una grande mano’‘.


ITALIAN LANGUAGE DAILY NEWSPAPER

PUBLISHED BY GRUPPO EDITORIALE OGGI

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
Tutti i diritti riservati @ GRUPPO EDITORIALE OGGI e A SOAKING MEDIA