Ibra snobba la Juventus



MLS/TRIPLETTA COI I GALAXY, MA NIENTE ALL STAR DOMANI AD ATLANTA

LOS ANGELES (California). Prima tripletta oltreoceano e Los Angeles Galaxy imbattuti da nove giornate. L’uragano Ibra si è abbattuto sulla Mls. Lo svedese trascina i suoi alla vittoria in rimonta sugli Orlando City per 4-3 con tre gol in 24 minuti, 15 in 17 partite. Con la squadra andata al riposo sotto 2-1, l’ex attaccante del Manchester United si prende la scena nella ripresa, fra il 47' e il 71': prima sigla il pari incornando sul secondo palo dopo il cross da destra di Giovani dos Santos (a cui aveva tra l’altro fornito l’as- sist per il provvisorio 1-1), poi si ripete con uno spettacolare tuffo di testa al termine di uno scambio con Kamara, infine sigla il gol vittoria del 4-3 con un potente diagonale dal vertice destro dell’area piccola. Dopo la tripletta contro Orlando che ha permesso ai suoi di strappare tre punti in un pirotecnico 4-3, è arrivato il comunicato: “A causa delle tre partite in due settimane e i viaggi intermedi – recita la nota dei Galaxy -, Zlatan Ibrahimovic rimarrà a Los Angeles“. Per regolamento della lega, però, lo svedese dovrà saltare la prima partita immediatamente successiva all’All Star Game, quella del 4 agosto con i californiani impegnati sul campo dei Colorado Rapids. Peccato, rammarico misto rabbia per quella che è vista come una mancanza di rispetto verso tutti i tifosi che lo avevano votato e voluto in campo, ma anche verso la lega stessa. Tant’è. “Mi dispiace molto non partecipare all’All Star Game MLS 2018 contro la Juventus, una mia ex squadra” ha commentato Ibra. “Voglio ringraziare i tifosi per avermi votato, ma il mio obiettivo principale è segnare gol per aiutare i LA Galaxy ad arrivare ai playoff”. ROSTER - Dopo gli undici giocatori scelti dai tifosi per l’MLS All Star Game contro la Juventus, è toccato al Tata Martino ha fatto le proprie scelte per rimpolpare il roster che sfiderà doman i campioni d’Italia al Mercedes- Benz Stadium di Atlanta. Il tecnico argentino aveva a disposizione 14 slot da riempire, mentre altri due giocatori – Alphonso Davies e Bradley Wright-Phillips – sono stati indicati dal Commissioner della MLS Don Garber. Oltre a Ibrahimovic, scelto dai tifosi (che, come visto, non ci sarà), ci sarà un altro ex juventino a sfidare i bianco-neri: Sebastian Giovinco. Ecco la rosa. Portieri: Guzan (Atlanta United); Steffen (Columbus Crew) Difensori: Calvo (Minnesota), Ciman (LAFC), Davies (Vancouver), Hedges (Dallas), Long (NYRB), Murillo (NYRB), Parkhurst (Atlanta), Zusi (Kansas City). Centrocampisti: Almiron (Atlanta), Barco (Atlanta), Jonathan dos Santos (LA Galaxy), Elis (Houston), Piatti (Montreal), Ring (NYCFC), Sanchez (Kansas City), Valeri (Portland), Yotun (Orlando), Zahibo (New England). Attaccanti: Giovinco (Toronto), Ibrahimovic (LA Galaxy), Martinez (Atlanta), Vela (LAFC), Villa (NYCFC), Wright-Phillips (NYRB). Tra le squadre non rappresentate: Chicago Fire, Colorado Rapids, Philadelphia Union, San Jose Earthquakes e Seattle Sounders. PARLA GIOVINCO - Sebastian Giovinco ha parlato nella conferenza stampa introduttiva della sfida. La Formica Atomica ha parlato anche della situazio- ne juventina mutata rispetto al tempo in cui giocava lui: “La Juve è cambiata tanto da quan- do c’ero io. In passato abbiamo sofferto qualche anno, ma è tor- nata a vincere da tempo e credo che l’arrivo di Cristiano Ronal- do farà bene alla Juve e a tutta la Serie A. Credo che in questi ultimi anni l’MLS sia cresciuta molto e che questo tipo di gare, contro le migliori squadre d’Europa, aiutino a capire quanto possa essere migliorato il livello. Conosco gran parte dei giocatori della Juve e ho giocato con alcuni di loro. Ora ovviamente sono curioso di vedere Cristiano all’opera con questa maglia”.


ITALIAN LANGUAGE DAILY NEWSPAPER

PUBLISHED BY GRUPPO EDITORIALE OGGI

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
Tutti i diritti riservati @ GRUPPO EDITORIALE OGGI e A SOAKING MEDIA