Il Bari raggiunto in vetta



SERIE B/POSTICIPI: CONTINUA LA CRISI DI RISULTATI DELL’AVELLINO

ENTELLA -BARI 3-1

CHIAVARI. Il Bari inciampa, resta primo insieme a Parma e Palermo, ma non riesce a riprendersi la vetta solitaria della Serie B. Già, nel secondo posticipo della diciassettesima giornata del campionato cadetto, la squadra di Grosso perde con il punteggio di 3-1 nella tana della Virtus Entella che così sale a quota 20 punti in classifica cancellando una lunga crisi. I liguri trovano il vantaggio al 18', quando La Mantia segna di testa sfruttando al massimo l’assist di De Luca. Il raddoppio arriva al 37' su calcio di rigore (fallo di Tonucci su Diaw): dal dischetto Troiano non sbaglia e firma il 2-0. Il Bari si sveglia prima del riposo e sfiora il gol con il primo tiro verso lo specchio di Floro Flores. Iacobucci però si salva in corner. Nella ripresa i galletti premono sull’acceleratore. E accorciano le distanze al 65': Gala- no approfitta di un errore della difesa e fredda il portiere con un tocco ravvicinato. Nel miglior momento della squadra di Grosso, l’ex De Luca cala il tris in contropiede. Niente esultanza per l’attaccante che chiede scusa ai 500 tifosi che si trovano nel settore ospiti. Nel finale Micai sbaglia uscita e falcia Mota nell’uno contro uno: fallo da ultimo uomo, scatta quindi in automatico il cartellino rosso. Insomma, oltre il danno la beffa. Nel prossimo turno il Bari non avrà il suo portiere titolare nello scontro diretto contro il Palermo.

AVELLINO- CARPI 1-1

AVELLINO. Si acuisce la crisi dell’Avellino che non sa più vincere (l’ultimo successo il 24 ottobre) conquistando un solo punto in due gare interne dopo la sconfitta con il Palermo. Si sblocca invece il Carpi che non trovava il gol in trasferta dallo scorso 16 settembre quando pareggiò 1-1 a Cremona. Gara brutta e ricca di errori, con i soli due lampi, uno per tempo di Molina per l’Avellino e del solito Mbakogu per il Carpi. E’ l’Avellino che parte forte e al primo tentativo passa in vantaggio al 10': Bidaoui è una freccia sulla corsia sinistra e crossa al centro, Poli spazza come può, ma Molina dal limite raccoglie e con un destro chirurgico realizza l’1-0 a fil di palo. La squadra biancoverde va a festeggiare abbracciando mister Novellino in panchina. Il Carpi è poca cosa e non reagisce. Nella ripresa il monologo non cambia con continui errori da entrambe le parti in fase di impostazione. L’Avellino pensa solo a difendere il vantaggio di misura e così il Carpi alla prima occasione da gol al 78' pareggia i conti. Pachonik dalla destra crossa basso, Mbakogu in area indirizza in porta trovando anche la deviazione di Ngawa che beffa Radu. 1-1 e gara che cambia completamente anche perché il Carpi 1' dopo ha anche la chance di ribaltarla con N’Zola che spara di poco a lato da buona posizione. Fischi per Novellino a fine gara.


ITALIAN LANGUAGE DAILY NEWSPAPER

PUBLISHED BY GRUPPO EDITORIALE OGGI

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
Tutti i diritti riservati @ GRUPPO EDITORIALE OGGI e A SOAKING MEDIA