Il dramma degli sfollati


PIÙ DI 2.700 SENZATETTO IN TRE PROVINCE DELLE MARCHE FUORI DAL CRATERE


ARQUATA DEL TRONTO. Le Marche colpite per la seconda volta in 19 anni da un terremoto devastante scoprono che le ferite della crisi sismica cominciata il 24 agosto sono più profonde di quanto avevano sperato nei primi momenti, constatando la distruzione di Pescara del Tronto, e i crolli delle vicina Arquata. Cinquanta morti, un centinaio di feriti, centinaia di case lesionate, 27 scuole inagibili, dieci comuni per il momento colpiti in modo serio. Di ora in ora cresce la consapevolezza, illustrata dalle cifre degli sfollati,salitia oltre 2.700 (1.700 nelle tende), della dimensione dei danni, e della fragilità del territorio appoggiato ai Sibillini: da Montegallo a Comunanza, da Gualdo a Sarnano, nel raggio di 35 chilometri da Arquata, tre province sono seriamente interessate dal sisma. Le vittime sono tutte concentrate nel comune di Arquata, ma restano i danni. Enormi. E la rabbia per sentirsi ignorati. ‘’Ci dicano come dobbiamo morire,perché qui ci viviamo 365 giorni l’anno’’.E il grido d’allarme del sindaco di Castelsantangelo sul Nera (Macerata), Mauro Falcucci, a 20 chilometri in linea d’aria da Arquatadel Tronto, il quale si ritrova con 300 domande di sopralluogo sugli immobili, tutto inagibile, e pone una domanda precisa: ‘’Ci spieghino perché i nostri paesi non sono stati inseriti nel cratere, anche se mi risulta che la Regione Marche ha inviato alla Presidenza del Consiglio un elenco di 60 comuni marchigiani. Vogliamo sin da subito tutte le esenzioni che ci spettano. Che cosa aspettano?’’.Sono tutti piccoli comuni di montagna, tante seconde case abitate da emigrati nelle grandi città,250sfollati a Montegallo,10 chilometri da Arquata in linea d’aria, inagibili scuole e Municipio. ‘’Il paese è un disastro - spiega il sindaco Sergio Fabiani - 23 chiese tutte lesionate, crolli. Il paese è deserto, tutti viviamo nelle tende". E che la situazione sia difficile lo confermaanche il primo cittadino di Gualdo (Macerata), Giovanni Zavaglini: ‘’Viviamo enormi difficoltà, fatelo sapere al resto d’Italia’".


ITALIAN LANGUAGE DAILY NEWSPAPER

PUBLISHED BY GRUPPO EDITORIALE OGGI

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
Tutti i diritti riservati @ GRUPPO EDITORIALE OGGI e A SOAKING MEDIA