• Redazione

Il NAPOLI non corre rischi



SCUDETTO/Sarri punta sulla squadra di Torino domani a Firenze. Niente tifosi “non toscani

NAPOLI. Delle quattro partite che rimangono ancora da giocare, quella di domani con la Fiorentina è sicuramente la più difficile per il Napoli. Sarri ne è profondamente convinto e sa bene quali pericoli si annidino dietro al match con i viola. Gli azzurri, però, hanno assolutamente bisogno di vincere tutti e quattro gli incontri che restano fino alla fine del campionato, se vogliono sperare di scavalcare la Juventus, in caso di un passo falso dei campioni d’Italia. Mai come in questa settimana, dunque, il compito dell’allenatore è stato importante. Sarri ha dovuto prima lavorare per attuare un reset completo delle scorie psicologiche derivanti dalla vittoria all’Allianz Stadium di Torino e solo dopo si è potuto dedicare alla preparazione, tattica oltre che atletica, della partita di Firenze. Il tecnico azzurro cercherà di sfruttare al massimo il buon momento di forma che quasi tutta la squadra ha dimostrato di attraversare nelle ultime due uscite. La vittoria di Torino, infatti, è derivata in buona parte dal pressing continuo che gli azzurri sono riusciti imporre ai bianconeri per tutti i 90 minuti, a seguito del quale la Juventus ha potuto tirare in porta una sola volta e su calcio da fermo. Per quanto riguarda la formazione che Sarri manderà in campo a Firenze, non ci sono dubbi di alcun genere. Giocheranno i titolari, vale a dire gli stessi che sono scesi in campo dal primo minuto a Torino. Gli unici dubbi potrebbero come al solito riguardare Mertens e Hamsik, ma è ormai consolidata l’abitudine del tecnico di utilizzarsi sempre nella prima fase della partita per poi eventualmente sostituirli in corso d’opera, rispettivamente con Milik e Zielinski. A Firenze sicuramente il Napoli troverà un gran numero di tifosi presenti sugli spalti del Franchi. La vendita dei circa tremila biglietti disponibili per il settore ospiti si è conclusa rapidamente ma a quanto pare sarebbero numerosissimi i sostenitori azzurri non residenti in Campania che si starebbero accaparrando tagliandi per settori diversi dello stadio, sebbene la decisione di ieri assunta dalla società viola (consentire la vendita ai soli residenti in Toscana) puù cambiare gli equilibri sugli spalti. Insomma ci si prepara a una specie di invasione e sicuramente il pubblico continuerà a fare sentire la propria presenza vicino alla squadra per continuare a coltivare fino in fondo il sogno dello scu- detto. Il Napoli oggi effettuerà la rifinitura della preparazione a Castel Volturno e subito dopo partirà in treno per Firenze.

IL VERDETTO DI MALAGÒ - “Chi vince lo scudetto? Penso lo vincerà il Napoli. Se si può ribaltare il 5-2 di Liverpool? È molto complicato, però tutto si può fare. Negli sport, anche in quelli individuali, tuttavia, accade che ci sono giocatori magari meno forti, ma riescono ad adattarsi al tipo di gioco dell’altra squadra. Sicuramente, almeno questo si è visto nella partita d’andata, quel tipo di gioco è molto complicato”. Così Giovanni Malagò, presidente del Coni, che è intervenuto alla trasmissione condotta da Fiorello, su Radio Deejay. Il numero uno dello sport italiano ha inoltre ribadito, che “fatti come quelli di Liverpool non devono mai più accadere. Mai. Certi fatti discreditato la società, la squadra, l’immagine di tutto il calcio”. “La partita poteva anche andare in modo diverso, ma protagonista di questa serata sarebbe comunque stato questo drammatico episodio. Peggio ancora: ci sono forti preoccupazioni per la partita di ritorno”, conclude.


ITALIAN LANGUAGE DAILY NEWSPAPER

PUBLISHED BY GRUPPO EDITORIALE OGGI

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
Tutti i diritti riservati @ GRUPPO EDITORIALE OGGI e A SOAKING MEDIA