• Redazione

Il sindaco anti-gay: no a teoria gender



BRESCIA. Il rifiuto a celebrare il matrimonio gay è l'ultimo atto della battaglia contro l'ideologia gender, "che è pericolosa soprattutto per i giovani", ripete da mesi il sindaco di Prevalle, nel Bresciano, Amilcare Ziglioli.

Tessera della Lega in tasca e una serie di iniziativa già messe in campo negli ultimi. "Non vogliamo che certe teorie entrino nelle nostre scuole e vengano insegnate ai nostri ragazzi". Un anno fa ha fatto scrivere sui pannelli luminosi del paese: "L'amministrazione comunale è contraria all'ideologia gender", a luglio scorso ha messo a disposizione dell'associazione 'Il popolo della Famiglia' alcuni spazi pubblici diventati lo "sportello antigender" gestito da un'insegnante del paese e aperto per l'intera estate ogni

sabato. Un caso finito anche al centro di un'interrogazione parlamentare presentata dal parlamentare bresciano di Mdp Luigi Lacquaniti che ha definito lo sportello "un'iniziativa omofoba". "Ma quale omofobia, non siamo omofobi" la replica di Ziglioli. "Noi riconosciamo solo la famiglia tradizionale composta da uomo, donna e figli. Tutto il resto chiamatelo come volete, ma non famiglia", il pensiero del sindaco di Prevalle che ora si è rifiutato di celebrare personalmente l'unione civile omosessuale tra due suoi compaesani. Stamattina alle 11 (ore italiane) nonelebrerà il matrimonio gay tra due ragazzi residenti nel comune a guida leghista. Ma il matrimonio, nonostante il pensiero contrario del sindaco, s'ha da fare, "anche se per me non andrebbe fatto", tiene a precisare Ziglioli. Sarà un assessore della sua giunta "uno dei due che ha volontariamente deciso di celebrare le unione civili" a sposareidueuomini."Saràcelebratonella stessa sala dove vengono fatti i matrimoni normali", aggiunge, rimarcando la differenza tra unione etero e unione gay e non nascondendo il fastidio per questo primo matrimonio omosessuale nel suo comune. "La mia cultura e la mia posizione non sono in linea con queste celebrazioni, ma la legge ci chiede questo e quindi qualcuno celebrerà. Io però avrei detto no come ho già fatto sapere alla Prefettura indicando i nomi dei miei assessori invece disponibili". Annuncia poi che ad ottobre, dopo la pausa di un mese, riaprirà lo sportello anti gender "sotto una veste nuova e non solo per mettere in guardia sulla teoria gender, ma anche su altro".


ITALIAN LANGUAGE DAILY NEWSPAPER

PUBLISHED BY GRUPPO EDITORIALE OGGI

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
Tutti i diritti riservati @ GRUPPO EDITORIALE OGGI e A SOAKING MEDIA