Ilicic torna a «casa»

Calcio/L’Atalanta riabbraccia il suo idolo Una piccola luce in fondo al tunnel dopo lo stop di due mesi per motivi personali



MILANO. L'Atalanta riabbraccia Josip Ilicic, tornato a Zingonia per iniziare la strada verso il ritorno in campo. Una piccola luce in fondo al tunnel dopo due mesi complicati, passati dal trequartista in Slovenia per provare a ritrovarsi, liberandosi dai problemi e dalla situazione drammatica della pandemia che avrebbe riaperto vecchie ferite legate anche all'infanzia e alla guerra. Non sono mancati i tifosi ad accoglierlo al ritorno a Bergamo. Entrato dal cancello principale del centro sportivo di Zingonia, ad attenderlo ha trovato una decina di supporter bergamaschi con tre striscioni, tra i quali la foto dopo il poker al Mestalla contro il Valencia e la scritta "Josip mola mìa (non mollare, in dialetto bergamasco, ndr), Bergamo è con te". Un affetto che tutto il mondo atalantino non ha mai fatto mancare ad Ilicic, uscito poi da Zingonia intorno alle sei di sera mentre la società, per proteggerlo, continua a mantenere il più stretto riserbo su tutta la vicenda. Servirà tuttavia ancora del tempo per rivederlo in campo. Intanto, come spiegato dal presidente della federcalcio slovena, l'aiuto sta arrivando fuori dal terreno di gioco. "Si sta facendo aiutare da dei professionisti - ha spiegato a 'Fuzbal' Radenko Mijatovic -. Prova una sensazione di angoscia, ci vorrà del tempo. È una conseguenza dei fatti accaduti in Italia. Recentemente ho parlato con lui e gli ho detto che la Federazione gli avrebbe messo a disposizione tutto ciò di cui avrebbe avuto bisogno. Attualmente è difficile fare delle previsioni sui tempi, ma dobbiamo essere ottimisti", ha concluso. Complicato quindi pronosticarne il ritorno in gruppo, anche se nei prossimi giorni dovrebbe cominciare un lavoro personalizzato per ritrovare la condizione migliore, anche se ipotesi certe sul rientro non ce ne sono. Sarà un rientro morbido quello studiato dal tecnico nerazzurro Gian Piero Gasperini e dal suo staff, che dovrà lavorare anche sull'aspetto psicologico e che fino all'ultimo aveva provato a recuperarlo addirittura schierandolo titolare nella sfida con la Juventus dell'11 luglio, l'ultima per Ilicic nella passata stagione. Ora, formalmente, lo sloveno è fuori dal gruppo, non essendo stato convocato per il ritiro verso l'inizio della prossima annata: ma l'Atalanta non vede l'ora di riabbracciare definitivamente il suo campione sloveno, per rivivere insieme serate come quella di Valencia.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

ITALIAN LANGUAGE DAILY NEWSPAPER

PUBLISHED BY GRUPPO EDITORIALE OGGI

Tutti i diritti riservati @ GRUPPO EDITORIALE OGGI e A SOAKING MEDIA