Incognita HIGUAIN



Napoli-Juve/L’argentino per la prima volta da avversario: come lo accoglierà il San Paolo

NAPOLI. La sfida più attesa e anche quellapiù tesa. Napoli-Juventus di domenica sera è al centro dei pensieri dei tifosi ma anche delle forze dell’ordine che dovranno proteggere i bianconeri nella loro permanenza napoletana. La tensione tra i tifosi azzurri e la Juventus è antica ma quest’anno è acuita dal caso-Higuain, dopo il trasferimento da 90 milioni della scorsa estate e i messaggi di odio che per tutto l’anno sono stati lanciati dai supporter azzurri sui social network nei confronti dell’argentino. Anatemi dettati dall’ironia come nel caso del sovrappeso mostrato dall’attaccante argentino a inizio stagione o come per l’infortunio di novembre, quando un locale di Napoli offrì addirittura le pizze a 99 centesimi per “celebrare” lo stop. Ma ci furono anche messaggi di soddisfazione sui social, dopo che in estate molti tifosi del Napoli avevano augurato butti infortuni a Higuain. Per il Pipita la prima al San Paolo da avversario non sarà facile e oltre ai fischi potrebbero esserci striscioni contro di lui da parte delle curve dove fino allo scorso anno andava a esultare a fine partita. La tensione per la doppia sfida contro i bianconeri è al centro dell’attenzione anche delle forze dell’ordine che si preparano a rafforzare ulteriormente il già imponente spiegamento di forze previsto per le sfide bollenti come quelle contro i bianconeri. La Juventus arriverà sabato pomeriggio in città e l’hotel sarà blindato da un cordone di polizia. Il momento più difficile sarà quello del trasferimento allo stadio San Paolo, un tragitto di quattro chilometri che l’autobus della Juventus percorrerà accompagnata dai blindati delle forze dell’ordine. Il punto della situazione sarà fatto venerdì o sabato in un vertice sulla sicurezza, in cui verrà messo a punto il dispositivo di sicurezza. Un dispositivo che dovrà poi essere ripetuto anche per la sfida di Coppa Italia di mercoledì 5 aprile e che vedrà il ritorno a Napoli dei bianconeri che, anche per ragioni di sicurezza, non rimarrà a Napoli nonostante la vicinanza dei due appuntamenti. Intanto il Napoli di Sarri prepara a Castel Volturno la sfida di domenica in campo. Il tecnico ha ritrovato tutti i calciatori rientrati dalle nazionali, alcuni già pronti, come Insigne che non ha giocato con l’Olanda e ieri ha lavorato in gruppo. Rientrato anche Hysaj che ha fatto solo massaggi: il tecnico do- vrebbe poter contare sui tre uomini in dubbio, oltre al difensore, anche Reina e Hamsik. Ma non c’è dubbio che la vigilia della Serie A abbia un unico grande protagonista: Gonzalo Higuain che fu oro di Napoli e oggi fa la fortuna della Juventus. Il Pipita torna per la prima volta al San Paolo e sarà la sua notte da osservato speciale, “grande traditore”, pericolo pubblico, rimpianto ex: che mix di emozioni. Higuain non sfiderà il suo erede designato, Arek Milik, centravanti partenopeo, ma Callejon Mertens e Insigne che insieme fanno il miglior attacco del nostro campionato: certo che il Pipita l’anno scorso fece 36 gol (38 stagionali) mentre oggi, per pareggiare i conti, bisogna fare le addizioni: Mertens 20 + Insigne 12 + Callejon 8. Sarà un back-to-back di tre giorni tra Serie A e Coppa Italia: due match della Juventus al San Paolo che potrebbero decidere lo scudetto, “giustiziare” il Napoli o rimandare le sentenze. Dalla trentesima giornata di campionato, alla semifinale di Tim Cup: intanto Higuain è già tornato a Torino dall’Argentina orfana del Pipita e di Messi squalificati. Cosa riserverà il popolo partenopeo al suo uomo dei record? Applausi, fischi, indifferenza? Noi un’idea ce la saremmo anche fatta e, a dire il vero, non combacia molto con la versione di Sarri: “Il pubblico di Napoli è generoso. Ci sono stati momenti di rabbia, ma era derivante da gelosia, da un pubblico che s’è sentito un po’ tradito. Higuain però a Napoli ha fatto la storia e i tifosi napoletani glielo riconosceranno”.


ITALIAN LANGUAGE DAILY NEWSPAPER

PUBLISHED BY GRUPPO EDITORIALE OGGI

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
Tutti i diritti riservati @ GRUPPO EDITORIALE OGGI e A SOAKING MEDIA