• Redazione

Insigne “punzecchia” Sarri

NAPOLI/SECONDO L’ATTACCANTE “IL SUO SOGNO SCUDETTO NON PARTE BENISSIMO”



NAPOLI. "Lo scudetto è il sogno di tutti. Sappiamo di avere nella Juventus una grande con- corrente ma Sarri anche con noi all'inizio non è partito subito benissimo. Speriamo di metterli in difficoltà". Lo ha detto Lorenzo Insigne a Radio Kiss Kiss Napoli dal ritiro di Dimaro. "Negli anni scorsi - ha spiegato il capitano del Napoli - ci siamo andati vicini e poi ci siamo rimasti malissimo. Se giochiamo uniti possiamo mettere in difficoltà chiunque, ma ci sono anche gli avversari con grandi campioni e sarà difficile. La promessa che posso fare è che lottiamo fino alla fine per l'obiettivo. Rispetto alle altre credo che il Napoli abbia una base solida, la Juve ha cambiato, come l'Inter, il Milan e la Roma. Penso che quest'anno possiamo partire con il piede giusto e arrivare in fondo, siamo gli stessi da tanti anni, e questo può darci un vantaggio. Dobbiamo partire con il piede giusto". "Noi apriamo le porte a tutti i giocatori forti che la società prende, siamo un grande gruppo. James Rodriguez è un vero numero 10, ha qualità, ma le scelte le fanno il mister e la società. Chiunque verrà lo accoglieremo a braccia aperte", ha aggiunto Insigne commentando la trattaiva del Napoli per James Rodriguez del Real Madrid. "Se arriva James - ha spiegato il capitano azzurro - siamo felici di accoglierlo, l'importante è che vinciamo". Insigne ha parlato anche del nuovo pac- chetto di centrali Koulibaly-Manolas: "Kalidou è tra i migliori in Europa, Manolas ha fatto sette anni a Roma, ha segnato in Champions, gioca in nazionale e ha esperienza, ci aiuterà a subire meno gol". L'attaccante ha parlato anche dei suoi primi giorni di ritiro: "Sento - ha detto - la fiducia del mister e dei compagni, spero di ricambiare nel miglior modo possibile e fare un campionato migliore dello scorso anno. La fascia di capitano non è una responsabilità pesante, anche senza ho sempre avuto responsabilità, ci si aspetta tanto da me. Sono il primo a stare male se il Napoli non vince". Tre giorni fa durante l'incontro con i tifosi a Dimaro, il tecnico azzurro Ancelotti si è reso protagonista di un siparietto, confondendosi tra il pubblico e chiedendo a Insigne, dopo essersi qualificato come 'Carlo da Reggiolo', perché il suo rendimento è diverso in Nazionale con un modulo diverso. L'attaccante ha spiegato ieri: "Ho parlato con il mister, conosciamo il modulo che adotta, e gli ho chiesto se poteva spostarmi a sinistra, lui si mette sempre a disposizione. A me piace rientrare sul destro, fare assist e tiri in porta, ma in qualsiasi posizione cerco sempre di esprimere il massimo. A sinistra mi trovo più a mio agio, parlando con l'allenatore siamo d'accordo e cercherò di dare una mano in più ai miei compagni". "Cosa serve per lo scudetto? Dobbiamo lavorare, in questi anni ho visto arrivare tanti giocatori e il Napoli ha fatto un importante cammino. Se guardo la Juve, però, vedo che hanno comprato Rabiot, De Ligt, Ramsey e Buffon, sono molto forti. Le altre squadre stanno comprando tanti giocatori, noi dobbiamo mettercela tutta e poi si vedrà", ha replicato Dries Mertens in un'intervista a Sky dal ritiro di Dimaro. L'attaccante azzurro ha spiegato che "sulla carta la Juve ha la squadra più forte, ma Ancelotti ha dato la sua impronta alla squadra", appoggiando l'idea di mercato del Napoli di prendere un altro centravanti. "Per come giochiamo adesso - ha detto - non gioco più da centravanti come facevo con Sarri. Lo scorso anno ho giocato dietro la punta, quindi non credo sarebbe male se prendessimo un'altra prima punta. Milik ha giocato tante gare lo scorso anno, non sarebbe male se ci fossero dei cambi. Manolas? Mi piace molto in allenamento, è molto forte. Non dimentichiamo però che abbiamo perso Albiol, uno che ci ha davvero dato tanto". Ultimo passaggio sul suo futuro a Napoli, col contratto che scade a giugno 2020: "Il rinnovo? Vediamo, non lo so. Qui sto bene, mi sento ancora molto giovane. Come ho già detto sto pensando solo a questa stagione, poi vedremo"

ITALIAN LANGUAGE DAILY NEWSPAPER

PUBLISHED BY GRUPPO EDITORIALE OGGI

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
Tutti i diritti riservati @ GRUPPO EDITORIALE OGGI e A SOAKING MEDIA