Inter dai piccoli passi


LA SQUADRA/Il successo sul Southempton non fuga le carenze di gioco e talento


MILANO. L’Inter ha evitato il baratro con una vittoria sul Southampton, conquistata con un gol nell’unica vera oc- casione creata. I nerazzurri restano sotto esame e il vero test da superare sarà la partita di domani contro l’Atalanta e poi mercoledì contro il Torino. I primi tre punti in Europa hanno concesso una boccata d’ossigeno a De Boer ma solo la prestazione di Bergamo potrà dire se la crisi è davvero passata. Qualora la situazione dovesse ancora precipitare, non è escluso che l’Inter decida di dare una scossa all’ambiente puntando su un allenatore italiano come Pioli o Man- dorlini. De Boer deve trovare una soluzione ai problemi dell’Inter. L’approccio ancora una volta ha lasciato a desiderare. Contro il Southampton i nerazzurri hanno subito per tutto il primo tempo. Il gioco non è fluido, il centrocampo senza Joao Mario non convince. In difesa manca equilibrio e giovedì solo uno straordinario Handanovic ha salvato faccia e risultato. Anche uno spettatore disinteressato come Guardiola, definisce la sconfitta del Southampton totalmente immeritata: “Ho visto la loro partita ed il calcio è incredibile. Il Southampton ha giocato benissimo, molto meglio degli avversari e l’Inter ha vinto. Ha fatto un tiro in porta e ha vinto. Mentre gli inglesi hanno creato almeno sei o sette nitide palle gol”. Errori a cui De Boer dovrà rimediare in fretta, per recuperare il terreno perso in campionato e continuare a sperare nella qualificazione in Europa. La partita di domenica non è da sottovalutare. Gli Atleti Azzurri d’Italia è un campo storicamente difficile per i nerazzurri che nelle ultime sette partite hanno vinto una sola volta. L’Atalanta sta vivendo un momento positivo e non perde da un mese, trascinata dai gol di Kessiè (che piace all’Inter) e di Petagna. In panchina c’è un ex nerazzurro Gian Piero Gasperini che nelle ultime tre sfide ha trovato la sua personale rivincita. Numeri e coincidenze che devono essere sfatate nel tentativo di trovare continuità almeno di risultati. Mercoledì, per il turno infrasettimanale contro il Torino, in tribuna ci sarà il presidente Thohir e potrebbe arrivare a Milano anche la delegazione del Suning. Venerdì c’è l’assemblea dei soci con la ratifica del bilancio al giugno 2016 ma la proprietà si aspetta di vedere dei progressi sportivi dopo aver speso quasi 100 milioni di euro sul mercato. L’undicesimo posto in classifica non soddisfa, il cammino europeo è stentato. Atteggiamento e prestazioni non sono ancora all’altezza delle aspettative.


ITALIAN LANGUAGE DAILY NEWSPAPER

PUBLISHED BY GRUPPO EDITORIALE OGGI

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
Tutti i diritti riservati @ GRUPPO EDITORIALE OGGI e A SOAKING MEDIA