Inter vittoria


L’ARGENTINO SBLOCCA IN 36 SECONDI, RADDOPPIA E SI ARRABBIA PER LA SOSTITUZIONE


LE CRISI INZIZIANO e finiscono,, le ombre si dileguano, i traguardi sono più vicini, a San Siro una pioggerella leg- gera lascia il posto al sole: l’In- ter ritrova se stessa, cala il tris contro il Verona, guadagna due punti sulla Roma e si pre- para al derby sotto i migliori auspici. Mauro Icardi mette a segno una doppietta che lo conferma implacabile killer dell’area di rigore e porta in vantaggio la sua squadra con un gol lampo: neanche qua- ranta secondi per spianare la strada a una vittoria piena, rotonda e che poteva essere ancora più ampia di fronte a un Verona inspiegabilmente rassegnato e debole.

Il bomber “fa” 105 in serie A, 102 reti con la maglia del- l’Inter: applausi e standing ovation per il capitano.

Luciano Spalletti, notoria- mente scaramantico e con i “gufìi” sempre nel mirino, di- mostra di avere ragione, alme- no fino a questo momento. I verdetti li emette il campo e parlano chiaro: Perisic (auto- re del secondo gol) e Brozo- vic tornano a infiammare il cuore dei tifosi, la difesa fa da baluardo, il centrocampo cre- sce con segnali importanti da parte di Gagliardini al quale manca giusto il gol. Per il tec- nico è una Pasqua con sor- presa: Rafinha mostra la clas- se dei tempi con il Barcellona, riordina e illumina in cabina di regia. Progressi e speranze dopo una settimana tempe- stosa per l’ambiente che me- tabolizza rapidamente le di- missioni di Walter Sabatini e non si lascia distrarre da “sus- surri e grida”.

Piero Ausilio si dice solo spiazzato dalla tempistica che ha portato a questa scelta, è fiducioso sul futuro di Icardi all’Inter e per Spalletti preve- de un futuro nerazzurro. Il peggio sembra essere passa- to ma c’è il derby alle porte, una sfida che dirà una parola importante e forse definitiva sulle chance dell’Inter di cen- trare la zona Champions, sca- valcando addirittura la Roma al terzo posto sulle ali dell’en- tusiasmo.

Una partenza con il botto per i nerazzurri, avanti con Icardi dopo appena 36 secon- di: Perisic direttamente da ri- messa laterale lo lancia in pro- fondità, l’argentino sfrutta la deconcentrazione di Vukovic e trafigge Nicolas con un dia- gonale mancino. L’Inter vuo- le chiudere subito i giochi mentre un blackout di qual-nerazzurri sfiorano il raddop- pio con un colpo di testa di D’Ambrosio (9', alto) e con tiro sopra la traversa di Ga- gliardini (11'). Il 2-0 è nell’aria e lo firma Perisic (13'): verticalizzazione di Brozovic, il croato scatta sul filo del fuorigioco, con- trolla con un delizioso stop di petto e infila Nicolas con un rasoterra che bacia il palo. Il Verona cerca di reagire ma non si rende pericoloso, Handanovic nel primo tem- po non fa nemmeno una pa- rata: D’Ambrosio dopo un batti e ribatti anticipa in area Petkovic, pronto a calciare a rete. Icardi al 29' firmerebbe la sua doppietta ma sul passag- gio di Candreva si trova in fuorigioco: si rifà ad inizio ri- presa (49') depositando in rete da due passi un cross di Peri- sic il 3-0. L’unica iniziativa degna di nota del Verona è un palo col- pito da Fares, legno che poco dopo nega a Candreva la gio- ia della prima marcatura in campionato. Al 90' espulso Nicolas che taglia la strada ad Eder al limi- te dell’area: con i tre cambi già effettuati per il Verona finisce in porta Romulo, bravo a re- spingere un tiro di Borja Vale- ro. San Siro salta e si esalta. Con la testa già al derby. Icar- di viene sostituito al 20' del secondo tempo e, come rac- conta Spalletti, si arrabbia an- che un po’. Il tecnico però lo vuole riposato e fresco per la sfida contro il Milan. Il bom- ber si siede in panchina con una vistosa fasciatura alla coscia destra ma è tutto a po- sto. Nessun problema per un giocatore che vuole diventa- re leggenda: ‘’Sono entrato nella storia di questo club, ora voglia continuare a farla con questa maglia e con questo stemma’‘.


ITALIAN LANGUAGE DAILY NEWSPAPER

PUBLISHED BY GRUPPO EDITORIALE OGGI

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
Tutti i diritti riservati @ GRUPPO EDITORIALE OGGI e A SOAKING MEDIA