Juve, i due dubbi di Allegri



CHAMPIONS/BARZAGLI E CHIELLINI POTREBBERO SALTARE LA GARA DI OPORTO

TORINO. Per la Juventus è ufficialmente iniziata la missione Porto. I bianconeri si sono allenati a Vinovo in vista della trasferta allo stadio “do Dragao”, dove Allegri sembra intenzionato a confermare quel 4-2-3-1 con il quale i Campioni d’Italia hanno ottenuto 7 vittorie nelle ultime 7 gare tra campionato e Coppa Italia. Gli unici in dubbio sono Barzagli e Chiellini: se nessuno dei due dovesse farcela, pronto uno tra Rugani e Benatia per affiancare Bonucci. Per il resto spazio ai titolarissimi: davanti a Buffon ci saranno Lichsteiner (reintegrato in lista Champions) e Alex Sandro sugli esterni, a centrocampo rientrerà Pjanic al fianco di Khedira e in attacco sarà confermata l’artiglieria pesante, con Mandzukic, Cuadrado e Dybala alle spalle di Gonzalo Higuain. Marchisio dovrebbe invece tornare a sedersi in panchina. Il Porto arriverà all’appuntamento nel momento migliore della stagione. I ragazzi di Espirito Santo sono infatti reduci da 10 vittorie nelle ultime 11 partite e sono tornati in piena corsa per il titolo in un testa a testa col Benfica. Anche per questo Allegri non sembra intenzionato a rischiare e si affiderà all’undici che, fino a qui, gli ha dato maggiori garanzie. Dopo la seduta differenziata di sabato il gruppo è tornato ad allenarsi compatto a Vinovo, dove sono stati provati i movimenti che Allegri vorrà vedere in campo mercoledì sera. Oggi è prevista una nuova seduta mattutina, poi la partenza per il Portogallo. BENATIA - La squadra dovrà quindi farsi trovare mercoledì sera, all’Estadio do Dragao: “In Champions non ci sono partite facili e il Porto è abituato a gare di questo livello. Sappiamo che non sarà semplice, ma uno dei nostri obiettivi è arrivare in fondo e per farcela dobbiamo affrontare sfide del genere” dice Benatia che da giocatore del Bayern ricorda il doppio ottavo di finale che vide la Juve sfiorare la qualificazione, mettendo sotto i bavaresi nel ritorno: “Non avevamo certo sottovalutato la Juve, che ha una reputazione internazionale - ricorda Benatia - Guardammo insieme il sorteggio e nessuno fu felice dell’esito, perché contro le squadre italiane le partite sono sempre difficili. All’Allianz la Juve fece una grande partita, iniziando forte e mettendoci in difficoltà e fummo bravi a reagire”. Benatia stila un breve, ma significativo elenco dei suoi obiettivi personali per il resto della stagione: “Giocare il più possibile, fare bene e stare lontano dagli infortuni. Il mio futuro? La Juve!” PROBABILE FORMAZIONE - Buffon; Lichtsteiner, Bonucci, Chiellini, Alex Sandro; Khedira, Pjanic; Cuadrado, Dybala, Mandzukic; Higuain


ITALIAN LANGUAGE DAILY NEWSPAPER

PUBLISHED BY GRUPPO EDITORIALE OGGI

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
Tutti i diritti riservati @ GRUPPO EDITORIALE OGGI e A SOAKING MEDIA