Juve, prove di scudetto



Juventus/Allegri concentrato sul Bologna, mercoledì la finale di Coppa Italia col Milan

TORINO. Battere il Bologna per “compiere un altro passo” verso il settimo scudetto e non complicare la preparazione alla finale di Coppa Italia con il Milan. Il comandamento di Allegri alla vigilia della sfida della Juventus con gli emiliani, terzultimo turno di campionato, è inequivocabile: “Dobbiamo vincere altrimenti ci incasiniamo di nuovo, dobbiamo fare tesoro di quello che abbiamo passato e lasciato per strada”. Dagli errori di Crotone alle polemiche per l’arbitraggio di Orsato. “In Italia ci piace fare un pò di commedia e in settimana è stata fatta una commedia un po’ lunga”, taglia corto il tecnico bianconero. Le polemiche non sembrano aver lasciato scorie. “L’unica cosa che conta in questo momento è arrivare al settimo Scudetto e alla Coppa Italia”, osserva Allegri, che sgombra il campo anche dai dubbi sul suo futuro. “Sono legato alla Juventus, qui sto benissimo”, ancora di più se, appunto, riuscirà nell’impresa di mettere le mani sullo scudetto e sulla quarta Coppa Italia consecutiva. Dopo la vittoria sull’Inter, l’avversario sembra essere più che alla portata. Allegri, però, non si fida, perché il Bologna “verrà a Torino per cercare di fare l’impresa stori- ca”, dice. Ecco perché chiede di affrontarlo “con grande determinazione, rispetto e con quell’entusiasmo che non deve cadere nel- la presunzione, nella superficialità e nella convinzione che domani la partita sia assolutamente facile. Quando si arriva in fondo al campionato, ci sono sempre delle sorprese”. E allora “finché la matematica non ci assegna lo scudetto, non molleremo di una virgola”, aggiunge Allegri, che punta su Dybala e Higuain - “giocheranno dall’inizio e sono quelli che in queste partite ci devono fare i gol scudetto” e spera di recuperare Mandzukic per Roma. Oggi non ci sarà anche lo squalificato Pjanic - “per sostituirlo uno tra Marchisio e Bentancur” - mentre in porta ci sarà Buffon, così come mercoledì in Coppa Italia. Contro un Bologna che non vince in tra- sferta da dicembre - e “speriamo continui” scherza -, Allegri vuole “ritrovare la solidi- tà” smarrita nelle ultime quattro partite in cui hanno subito sei gol: “In questo momento siamo meno solidi, lo dimostrano i numeri, che la dicono lunga sulla mancanza di attenzione, sulla mancanza di solidità di squadra. Ecco perché domani ci vuole una partita seria e giusta. Stanchezza? No, in questo momento l’obiettivo che abbiamo davanti è talmente grande che la stanchezza non si sente”. E non si devono sentire neppure le voci di mercato, sia che riguardino il futuro del tecnico o quello dei giocatori. “Paulo al Bayern Monaco? Parlare di mercato ora non ha senso, credo però che abbia margini di crescita che lo porteranno ad essere un top player. Sta a lui, alla sua voglia di sacrificio - dice ancora di Dybala Allegri -. Lui è concentrato e vuole dare ancora molto alla Juventus...”.


ITALIAN LANGUAGE DAILY NEWSPAPER

PUBLISHED BY GRUPPO EDITORIALE OGGI

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
Tutti i diritti riservati @ GRUPPO EDITORIALE OGGI e A SOAKING MEDIA