Juve Real


Champions/Juve contro il Real nei quarti, ma Allegri avverte: “Vinciamo con la Spal”


TORINO. Unavoltaconosciutoilpro- prio futuro, prestigioso e intrigante quanto difficile, il Real nei quarti di Champions, pensare al presente e alla Spal potrebbe essere un esercizio com- plicato. Eppure Allegri chiede alla Ju- ventus di mettere nel dimenticatoio il sorteggio di Nyon e il Real, “avversa- rio bellissimo”, per concentrarsi sulla Spal e sulla corsa scudetto. Per con- quistare il settimo titolo consecutivo “bisogna vincere queste partite”, am- monisce il tecnico: dopo la Spal “ci sarà la pausa, poi il Milan e in seguito pen- seremo alla Champions”, altrimenti “si rischia di buttare all’aria tutto quello che i ragazzi hanno fatto fino a oggi”.

Senza Cuadrado, Bernardeschi e l’influenzato Khedira, ma con Buffon tra i pali e uno straripante Higuain, la Juventus prova a volare a +7 sul Na- poli, seppur momentaneamente - gli azzurri giocheranno domani sera con il Genoa -, per compiere un altro passo in avanti verso uno scudetto che “a differenza di quanto sento dire, non è affatto deciso”. Ecco perché le insidie non avranno soltanto le maglie a stri- sce biancoazzurre della Spal, che gio- cheranno “una partita storica contro la Juve dopo 50 anni che non vedeva- no la Serie A” e sono reduci da “sette punti nelle ultime tre partite con 10 match senza sconfitte in casa. È una partita tutt’altro che scontata, molto più difficile di quanto si possa pensare”.

Facile volare con la mente alla dop- pia sfida con i Blancos, a cui il tecnico concede solo una breve parentesi pri- ma di tornare a pensare al match di Fer- rara: “Sono molto contento, giochere- mo contro una grandissima squadra e saranno due partite meravigliose di calcio - è il manifesto dipinto da Allegri -. Se saremo più bravi e un pò fortuna- ti, passeremo, altrimenti andremo a casa. Si lavora e si gioca per queste grandi sfide, quindi bisogna prenderla con tutta la positività del caso, anche perché l’anno scorso ai quarti battem- mo il Barcellona, magari quest’anno ci ripeteremo con il Real Madrid”.

Per il tecnico, i Blancos restano “la squadra favorita della Champions. Quindi, se la batteremo, sarà doppia la soddisfazione”. Ora, però, è necessa- rio pensare alla Spal, “per non rovinare la sosta”, evento sfiorato due stagioni fa con il Carpi, e perché nel calcio non è scontato nulla: “Ho una squadra di giocatori responsabili, grandi, maturi, sanno che per arrivare all’obiettivo del campionato, ci sono delle partite che non puoi assolutamente non vincere, da giocare con attenzione, con ordine, pazienza, oltre che tecnica, perché al- trimenti dopo si complicano”.


ITALIAN LANGUAGE DAILY NEWSPAPER

PUBLISHED BY GRUPPO EDITORIALE OGGI

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
Tutti i diritti riservati @ GRUPPO EDITORIALE OGGI e A SOAKING MEDIA