L’abbraccio dice tutto

INTER/La calorosa accoglienza di Antonio Conte a Lukaku, che si prende la maglia numero 9



MILANO. Un abbraccio che vale molto di più del puro gesto. Antonio Conte ha accolto Romelu Lukaku, il rinforzo tanto atteso per tutta l’esta- te, a braccia aperte, nel vero senso della parola come mostrato dall’Inter sui propri canali social. E lo stesso attaccante belga ha voluto ricambiare.“Conte ha inciso tanto nella mia scelta di venire all’Inter. È il miglior tecnico al mondo: riesce a migliora- re i suoi calciatori e la sua carriera parla per lui”, ha detto Lukaku nella sua prima intervista ufficiale con Inter Tv.

“Ho scelto l’Inter per il progetto - ha proseguito -, sta andando nella di- rezione giusta e avevo bisogno di una nuova sfida, ci sono le basi per fare molto bene. Voglio aiutare la squadra a fare qualcosa di importante. Piedi per terra, ma spero avremo grandi ri- sultati a fine stagione”.

Non sono mancati i ringraziamen- ti anche per Zhang e Marotta: “Voglio ringraziare il presidente, Steven Zhang, e l’ad, Giuseppe Marotta, per la fiducia che hanno posto in me. Sono felicissimo di essere qui, forza Inter!”, ha aggiunto Lukaku, che poi ha raccontato anche del suo idolo, il brasiliano Adriano.

“L’unica maglia dell’Inter che avevo da piccolo era quella di Adriano, l’Imperatore - ha spiegato -. Mi ha mandato un messaggio poco fa su Instagram perché avevo parlato di lui. Gli ho detto che da bambino volevo essere come lui, perché anche lui è

alto e mancino”. Il belga si è allenato insieme ai compagni ad Appiano Gentile ma resta in dubbio la sua presenza oggi per l’ultima amichevo- le estiva con- tro il Valencia in Spagna, anche se resta l’ipotesi di un nuovo test la prossima settimana. Intanto però l’ex United ha già il suo nuovo numero: sulle spalle avrà in- fatti il 9, sfilato a Mauro Icardi. Dopo sei stagioni

cambia così il proprietario della maglia da centravanti, che dal 2013/14 era sulle spalle dell’argentino, come reso noto con un tweet dal club.

L’ufficialità è arrivata alle 9 del 9 agosto, un orario non scontato per mandare un messaggio all’ex capita- no, ora senza numero anche sul sito ufficiale nerazzurro e sullo store online.

L’argentino continua ad allenarsi alla Pinetina, mentre le trattative per la cessione non decollano. Al contrario di quelle relative all’altro epurato di Conte, Ivan Perisic, messo nel mirino dal Bayern Monaco che cerca un esterno dopo l’affare sfumato per Leroy Sane.

I tedeschi puntano al prestito con diritto di riscatto, mentre l’Inter vor- rebbe un trasferimento definitivo, anche attraverso un obbligo di riscatto, con contatti in corso per cercare un accordo.