L’Inter bussa ai piani alti


SERIE A/I NERAZZURRI SUPERANO L’EMPOLI CON UNA RETE DI KEITA BALDE


L'INTER VINCE a Empoli e mette pressione al Napoli ai piani alti della classifica. Decide un gol di Keita Balde a metà del secondo tempo, dopo quasi 70 minuti di scarso spettacolo. La gara è stata compassata, giocata a ritmi bassi, soprattutto nella prima frazione. Una partita complicata per la squadra di Luciano Spalletti che trova i tre punti grazie ad una girata in area dell'ex Lazio dopo un cross arretrato di Vrsaljko da destra. Buono invece il primo tempo dell'Empoli che ha concesso pochissimo ai nerazzurri, sfiorando il gol con Zajc a venti secondi dall'inizio della ripresa. Il connazionale Handanovic però gli ha detto 'no'.  Nel primo tempo c'era stato da segnalare solo un tiro dal limite di Politano. Inoltre per l'Empoli si segnalano due cambi dovuti agli infortuni di La Gumina e Pasqual, sostituiti da Zajc e Antonelli. Tra le altre note, Icardi, capitano interista, è apparso poco coinvolto: per lui solo un tiro nella ripresa, peraltro ben murato da Provedel, poi nient'altro.  La squadra di Spalletti tornava in campo dopo la sfida vinta con il Napoli a San Siro, dopo i cori razzisti e, soprattutto, dopo la drammatica morte di un tifoso negli scontri di Santo Stefano. Un rientro pesante, alleggerito da un bottino di tre punti che tengono sugli scudi le quotazioni dei nerazzurri. Ma della gara di ieri resta l'immagine della Curva Sud del 'Castellani' - quella sempre assegnata ai tifosi ospiti - vuota, senza cori e colori degli oltre 2.000 ultras interisti che sarebbero arrivati a Empoli. È la gara anche del rientro in campo di Nainggolan dopo la punizione col Napoli.  Per la cronaca l'Empoli parte subendo la forza offensiva dell'Inter, ma non sbaglia, è preciso in difesa e sa ripartire. Accade così al 10' quando un lancio di Provedel in avanti trova Caputo che salta De Vrij e da 40 metri trova la porta ma anche i guantoni di Handanovic. Al 23' Spalletti fa capire che vuol vin- cere a tutti i costi: entra Martinez per Borja Valero. L'Inter va a trazione anteriore con Icardi e Lautaro, supportati da Keita Balde e Politano. Un 4-2-4 con in mediana due uo- mini di spinta come Nainggolan e Joao Mario. Al 26' prima un tacco di Martinez, su cui è stato bravo Provedel a respingere, poi al 27' il cross di Vrsaljko trova la girata precisa di destro di Keita Balde: la palla bacia il palo ed entra.L'Empoli cerca di reagire ma non punge.

Al 40' arriva la prima vera occasione per Icardi: botta di destro in area, palla parata da Pro- vedel. Sul ribaltamento di fronte bella azione di Zajc, ma il diagonale è troppo largo anche se ha i tempi giusti. In pratica finisce tutto qui. E l'Inter se ne va dal campo soddisfatta. I toscani invece hanno quattro sconfitte consecutive che fanno riflettere. Unica consolazione per Iachi- ni la base di gioco positiva, ma per salvarsi vanno fatti punti in classifica.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

ITALIAN LANGUAGE DAILY NEWSPAPER

PUBLISHED BY GRUPPO EDITORIALE OGGI

Tutti i diritti riservati @ GRUPPO EDITORIALE OGGI e A SOAKING MEDIA