L’urna più dura al Milan

EUROPA LEAGUE/Dopo i sorteggi sorride la Roma nel girone con Youg Boys, Cluj e CSKA Sofia, molto meno il Napoli che pesca Real Sociedad, AZ Alkmaar e Rijeka



ROMA. In Europa League sorride la Roma nel girone di Young Boys, Cluj e CSKA Sofia; un po’ meno il Napoli, che pesca Real Sociedad, AZ Alkmaar e Rijeka; non sarà una passeggiata il ritorno in Europa del Milan con Celtic, Lilla e Sparta Praga. Il sorteggio di Nyon - prima giornata il 22 ottobre - affidato alla mano di Ciro Ferrara, così ha deciso per le italiane.

Gruppo A: la Roma affronta gli svizzeri dello Young Boys, i rumeni del Cluj ed i bulgari del CSKA. Sulla carta, avversari alla portata e con trasferte logisticamente non impegnative. Ferrara ha evitato a Fonseca formazioni ben più pericolose, a cominciare dal Leicester. I giallorossi hanno affrontato il Cluj due volte nei gironi di Champions, rimediando anche una sconfitta casalinga nell'edizione 2008-'09. Allenato da Dan Petrescu (ex di Foggia e Genoa), il club ha nell'ala Ciprian Deac la sua stella, nonostante i 34 anni. Avversaria forse più temibile lo Young Boys, che ha in panchina Gerardo Soane. Osservato speciale Jean-Pierre Nsame. Nel preliminare ha eliminato praticamente da solo il KF Tirana con una doppietta. Attaccante camerunense classe '93, la scorsa stagione ha realizzato 41 gol (32 in campionato). Il CSKA torna nel girone di un torneo continentale dopo 10 anni ed aver superato quattro turni. Due italiani in rosa, il trequartista Stefano Beltrame ed il portiere Gustavo Busatto. In panchina Belchev. Gruppo F: Ciro meno generoso con il 'suo’ Napoli. I baschi della Real Sociedad promettono di essere gli avversari più pericolosi, anche grazie al caldissimo Estadio Municipal de Anoeta. Nonostante l'arrivo di David Silva dal Manchester City, la formazione allenata da Imanol Alguacil, 49 anni, è partita male nella Liga, raccogliendo solo 5 punti nei primi quattro turni. Insidiosi anche gli olandesi dell'AZ, eliminati nel terzo turno dei preliminari di Champions. Guidati da Arne Slot, giocano molto offensivi, preferendo il 4-3-3. I croati del Rijeka hanno in panchina il 37enne Simon Rozman. In campionato occupano il sesto posto. Lo schema tattico predilige un attaccante di ruolo, che nelle ultime uscite è stato Kulenovic. Gruppo H: l'inserimento in terza fascia ha messo sulla strada del Milan due squadre 'tostè su tre: Celtic e, soprattutto Lilla. I francesi sono secondi nella Ligue1. Per difficoltà economiche nel mercato estivo hanno dovuto cedere alcuni big (Osimhen al Napoli e Gabriel all'Arsenal) ma l'organizzazione di gioco del tecnico Christophe Galtier ha dimostrato di non soffrirne. Occhio a Jonathan Ikoné, esterno offensivo capace di 'spaccarè le difese con la sua velocità. Il Celtic ha meno spessore tecnico ma, come tutte le squadre scozzesi, è sempre una bega. Proveniente dai preliminari di Champions, è allenato da Neil Lennon. In campionato è secondo, ad un punto dai Rangers. La stella è Odsonne Edouard, 22 anni, attaccante originario della Guyana francese. Più malleabile lo Sparta Praga di Václav Kotal, attualmente in testa al campionato slovacco. L'at- tacco ruota intorno a Libor Kozak, ex Lazio.