La Dea vince anche in casa

SERIE A/L’ATALANTA TORNA NEL SUO STADIO E DOMINA CONTRO UN BUON LECCE



ZAPATA-Gomez-Gosens, e il gol nel finale di Lucioni da palla inattiva non fa male. Alla prima vera "casalinga" dopo più di 5 mesi dal match del 29 aprile scorso contro l'Udinese e l'esilio tra Reggio Emilia e Parma a cavallo dei due campionati, l'Atalanta battezza il Gewiss Stadium (20.771 spettatori ieri) contro un Lecce sovrastato sul piano del gioco, trema forse su La Mantia nel primo tempo prima di prendere definitivamente il largo. Finisce 3-1, e Atalanta seconda al pari della Juve, prima della sfida dei bianconeri alla capolista Inter. Nemmeno due giri di lancetta e Zapata sfiora il bersaglio di testa tagliando sul cross da destra di Gomez, ma il predominio territoriale di casa diventa chiaro al 9' quando il contropiede fra i due porta l'argentino all'innesco in area per il destro di Ilicic salvato in corner da Gabriel. Scampato il pericolo grazie a Djimsiti (11') sul primissimo break salentino, con Rispoli a pescare Majer dal fondo, i nerazzurri si rifanno sotto col Papu (13') che s'incunea in area da sinistra chiamando il portiere ospite alla respinta di piede per difendere il palo di competenza. Petriccione giostra di fatto da libero davanti alla difesa, ma all'alba del ventesimo un suo rinvio sbagliato causa il recupero con assist di Freuler di nuovo per Gomez, che colto di sorpresa si allunga troppo la sfera. L'inerzia non cambia nemmeno intorno alla mezzora, quando Gosens spreca di destro (alto e largo) l'appoggio di Zapata dal lato sinistro dell'area e Gomez scalda una volta di più dalla lunga (di sinistro) i guantoni di Gabriel su assist involontario di Majer in ripiegamento. Al 35' la sblocca Zapata, al sesto gol in campionato, grazie al passaggio di Lucioni per Rispoli intercettato da Gosens: palla messa sul secondo palo con una botta. Al 38', comunque, il Lecce sfiora il pari, con La Mantia che ha il tempo di girarsi in caduta davanti al reattivo Gollini, sullo spiovente da destra di Mancosu. Scampato il pericolo, Gomez la mette in cassaforte in asse col colombiano scagliando il diagonale mancino che entra sospinto dalla faccia interna del palo. Prima della pausa ci prova anche Gosens in mischia (42') al culmine di uno sfondamento di Zapata con Lucioni e Rispoli inabili ad allontanare la minaccia: ci pensa Gabriel a limitare i danni. La ripresa si apre con Zapata (1', esterno della rete) e De Roon servito da Ilicic (2', alto), mentre i giallorossi in kit bianco si producono nello sganciamento di Rispoli (3') che crossa per La Mantia, anticipato da Gollini. I bergamaschi sono intenzionati a chiudere la pratica e spingono a tavoletta, vedi pallonetto alto di poco di Gomez (6') e il tocco di destro di Gosens su tiro ciccato del bonaerense (9') su azione dalla bandierina che Gabriel si ritrova fra le braccia. Il tris (11') lo cala Gosens, che ottiene il triangolo da Ilicic insaccando di esterno sinistro. Nel Lecce entra Farias per Petriccione, nel- l'Atalanta Muriel sostituisce Zapata e al quarto d'ora Liverani fa la staffetta La Mantia-Ba- bacar. Il tedesco fa il favore di ritorno a Ilicic che spreca alzando la parabola di destro (16') prima che il cambio del centravanti sferri (23') una stoccata debole e centrale da fuori su invito di De Roon. Subentrano Toloi a Kjaer e Malinovskyi per Ilicic, poco dopo (28') la chan- ce fallita proprio dallo sloveno su svarione di Calderoni: Gabriel contiene col corpo, Lucio- ni rinvia in corner. L'ucraino appena sul campo offre a Muriel (32') il comodo poker, ma l'estremo avversario rintuzza il suo sinistro da pochi passi. Stesso discorso a dieci dal no- vantesimo, quando Gosens ci ritenta in gioco aereo imbeccato dal cross di Gomez dal cen- trosinistra: palla alzata in angolo. A Lucioni non resta che ridurre le distanze al 41' correg- gendo di piena fronte la punizione crossata di Falco dalla sinistra, a poca distanza dall'in- gresso di Vera per Imbula. Al 3' di recupero Gabriel nega il poker a Muriel.

ITALIAN LANGUAGE DAILY NEWSPAPER

PUBLISHED BY GRUPPO EDITORIALE OGGI

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
Tutti i diritti riservati @ GRUPPO EDITORIALE OGGI e A SOAKING MEDIA