• Redazione

La Ferrari a caccia del titolo

F1/CAMILLERI: “VOGLIAMO IL MONDIALE 2019 E PER QUESTO INVESTIREMO”



TORINO. La Scuderia Ferrari dell'era Binotto ha un obiettivo ambizioso e l'amministratore de- legato della casa di Maranello, Louis Camilleri, non lo nasconde.

"Nel 2018 abbiamo raggiunto il migliore risultato da quando abbiamo vinto il campionato costruttori. Per il 2019 l'obiettivo è vincere. E per questo investiremo", spiega Camilleri nella conference call con gli analisti finanziari sui conti 2018 del Cavallino. Un nuovo anno di crescita, con tutti i target raggiunti, che permette di avere fiducia nel futuro.


"Ci sarà un aumento di spese che riflette questa ambizione. La crescita degli investimenti è dovuta anche all'adattamento alle nuove regole 2020-2021", aggiunge Camilleri.

E' anche il giorno del primo fire-up, l'accensione del motore: la Ferrari fa sentire ai suoi tifosi, attraverso i social network, il suono della nuova monoposto che, dopo aver passato il crash test, alla presenza del team principal Mattia Binotto, è stata messa in moto per la prima volta. La vettura, con cui la Rossa si prepara a dare l'assalto al Mondiale che scatterà in Australia il 17 marzo, sarà svelata al pubblico nella presentazione in programma il 15 febbraio.

Sarà una stagione importante anche per Sebastian Vettel, che quest'anno sarà affiancato da Charles Leclerc. Il pilota tedesco è chiamato a cancellare gli errori commessi nel 2018 e a scrivere una nuova pagina della sua carriera in Formula1.

Intanto Binotto, che ha preso il posto di Maurizio Arrivabene, va avanti con la riorganizzazione della scuderia. Nessuna rottura con il passato, ha spiegato nei giorni scorsi il presidente John Elkann. "Ai nostri clienti e ai nostri tifosi in tutto il mondo garantiamo massima determinazione e responsabilità: lo stesso pretendiamo da chi vivrà e racconterà le tappe di questo nostro viaggio entusiasmante", ha assicurato.

ITALIAN LANGUAGE DAILY NEWSPAPER

PUBLISHED BY GRUPPO EDITORIALE OGGI

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
Tutti i diritti riservati @ GRUPPO EDITORIALE OGGI e A SOAKING MEDIA