La festa d’addio di Reina



SERIE A/IL PORTIERE HA INVITATO TUTTI I COMPAGNI PER SALUTARLI E RINGRAZIARLI

NAPOLI. Un addio ma anche un arrivederci. Pepe Reina a tre giornate dal termine della stagione ha salutato amici e compagni di squadra con una grande festa a Coroglio, con 250 invitati e fuochi d’artificio finali. Il portiere spagnolo proteggerà con la solita profes- sionalità la porta del Napoli nelle ultime tre gare, poi partirà per Milano, dove lo aspetta una maglia rossonera, ma ha promesso che magari non da calciatore tornerà a Napoli a cui è legato.L’addio di Reina si è consumato dopo il no del Napoli al rinnovo del suo contratto in scadenza il 30 giugno: il portiere chiedeva un biennale che Pepe il Napoli non ha voluto Reina fargli e che ha invece trovato a Milano. I compagni di squadra ma anche i tanti amici napo- letani di Reina lo hanno salutato a Coroglio ma anche sui social network, a partire da Marek Hamsik che ha postato un messaggio su Istagram. Hamsik non ha dimenticato un post scriptum: “Mancano ancora 3 partite - scrive - a noi ci crediamo ancora, finché la matematica ce lo permetterà. Ce la mettiamo tutta come sempre. Sognare non è vietato”. Un memo che a Reina non serve ma che è un segnale forte per tutta la Napoli dei tifosi: nonostante i - 4 e la sconfitta di Firenze, il Napoli non intende mollare gli ormeggi e vuole dimostrarlo già dal match di domenica contro il Torino. I tifosi lo sanno e saranno oltre 40.000 al San Paolo per incitare Insigne e compagni. Sarri non ammette cali di concentrazione, soprattutto per le sirene del mercato che già arrivano alle orecchie delle stelle azzurre. Concentrazione massima a partire dall’allenatore, richiestissimo in Inghil- terra: per ora Sarri pensa solo alle scelte per domenica a cominciare dal sostituto in difesa per lo squalificato Koulibaly. Il tecnico toscano oscilla tra Tonelli e Chiriches, con il primo favorito. Dubbio anche in attacco dove Milik si candida a una maglia da titolare.